Novità

pubblicato il 29 luglio 2015

Royal Enfield Himalayan: foto spia della moto definitiva?

La prima adventurer del marchio anglo-indiano viene paparazzata in versione finale e già ci affascina

Royal Enfield Himalayan: foto spia della moto definitiva?

Royal Enfield fa ufficialmente ingresso nel settore delle adventurer, con una moto logicamente legata allo stile vintage del marchio anglo-indiano, ma che per la prima volta propone qualcosa di realmente nuovo dopo mezzo secolo di Bullet sempre uguali a se stesse. Non che l'aspetto conservativo dell'azienda fosse un male, anzi era questo il vero punto di forza, ma guardando queste nuove foto spia del magazine indiano AutoX della versione definitiva dell'Himalayan torna alla mente la prima volta che abbiamo visto la Porsche Cayenne, primo SUV di un'azienda che ha fatto sempre e solo auto sportive.

Non è classica ma neanche moderna

Come precisato, questa moto è tutta nuova ma rimane legata alla tradizione Royal Enfield. Prima di tutto per le linee, che sembrano abbracciare il mondo moderno del motociclismo, ma rimanendo legate a concetti classici come il serbatoio dalle linee semplici (e con la funzione di serbatoio al 100%) e con i parafanghi non inclusi in carene e codini dagli stili azzardati.
Tutto punta alla semplicità e non poteva che essere così, quando dentro il telaio c'è un motore come il monocilindrico verticale che è il simbolo di un'intera storia, anche se da alcune foto vediamo una versione con un inedita unità raffreddata a liquido e un'altra con il motore ad aria della Bullet. Ci saranno due versioni differenti per prezzo e tipi di mercato? Per il momento non si sa, ma la cilindrata dovrebbe essere confermata in 400 cc, con una potenza non esagerata e una coppia di 40 Nm, per un peso non ancora conosciuto ma che sarà sicuramente limitato. 

Ciclistica da vera tuttoterreno

Cerchi a raggi, gomma da 21" all'anteriore, sospensioni dalla lunga escursione e una sella alta con un cupolino che ricorda un po' la Dakar, questi sono gli elementi che rendono la Himalayan una tuttoterreno da prendere in considerazione, soprattutto se - come dice il nome - siete intenzionati ad attraversare catene montuose o avventurarvi dove l'asfalto finisce e non è facile stare in piedi. La filosofia Royal Enfield, comunque, sembra perfettamente rispettata anche qui: quello che c'è non si rompe, e quello che si rompe deve essere riparato con facilità. Concretezza su due ruote, speriamo di vederla all'Eicma

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni


Top