L’otto volte campione del team Repsol-Honda ha “battezzato” sui cordoli del Circuito di Barcellona la nuova superbike giapponese

Honda ha presentato ad Eicma 2019 la nuova CBR1000RR-R Fireblade, nella versione standard e nella più esclusiva SP.

Tanta la curiosità per i fan della Casa dell’Ala di Tokyo, che vogliono capire se per il 2020 Honda riuscirà ad annullare il gap con le supersportive concorrenti.

La moto

La Fireblade deve molto dalla MotoGP stradale RC213V-S, come le misure superquadre di alesaggio e corsa di 81x48,5 mm, rendendo il 4 cilindri in linea capace di erogare 217,5 CV a 14.500 giri e un picco di coppia di 113 Nm a quota 12.500.

Il telaio a diamante in alluminio è stato riprogettato, il forcellone è lo stesso della RC213V-S e l’elettronica guadagna una piattaforma IMU a 6 assi.

Il test di Marc

Quale miglior banco di prova per Honda che affidare la nuova Fireblade nelle mani del miglior pilota in circolazione?

Marquez ha strappazzato la superbike sulle curve di Montmelò, affiancato dai tecnici Honda in trepidante attesa di un responso.

Certo, Marquez è testimonial Honda, quindi il risultato è scontato, ma l’aria sorpresa e la voce entusiasta di alcuni passaggi del video sembrano proprio essere sinceri.