Cross, Enduro ed Extreme rappresentano la gamma del marchio italiano che ha sviluppato una propria tecnologia dedicata agli pneumatici off-road da competizione e non solo

L’azienda italiana Risemousse si presenta in questo 2019 con una gamma completa di nuove mousse dedicate al motocross, enduro ed enduro estremo, con prodotti all’avanguardia che risolvono un grande problema delle mousse come le conoscevamo fino al giorno d’oggi. Le abbiamo testate nel circuito Maxland MX Raceway Park di Chignolo Po.

Cosa sono le Mousse?

Partiamo con lo spiegare cosa siano le mousse per coloro che non sono esperti di fuoristrada.

In poche parole una mousse è una sorta di camera d’aria piena di un componente chimico,  come fosse un tubo di gomma. Questo tipo di prodotto è stato derivato da un’esigenza nel settore racing per ovviare al problema delle forature.

Sebbene questa fosse un’esigenza prettamente agonistica, negli ultimi anni l’utilizzo di mousse sta raggiungendo anche il pubblico amatoriale, in particolar modo nell’enduro e nell’adventure riding dove si vuole evitare di trovarsi in giro per boschi con una gomma a terra.

Oltre a questi ultimi, l’utilizzo delle mousse inizia a raggiungere anche il mercato del motocross, dove sempre piu piloti decidono di utilizzarle, anche grazie a dei vantaggi in termini di guida.

risemousse

Evoluzione Risemousse

Tutte le aziende esistenti sul mercato che producono mousse fino ad oggi hanno ottimi prodotti, che però hanno una scadenza "breve" per via di alcuni componenti chimici implementati.

Risemousse è riuscita invece a creare qualcosa di nuovo a livello di composizione dei polimeri, riuscendo a creare un prodotto che non ha scadenza e che pertanto può essere tenuto in garage, prima dell’utilizzo, per un’indeterminato lasso di tempo.

Come se non bastasse questa nuova composizione chimica ha permesso la risoluzione di un’altra problematica nel processo di usura: solitamente le mousse arrivate a fine vita finiscono con il polverizzarsi e tagliarsi, mentre le Risemousse rimangono intatte ed il loro deterioramento è determinato solo da una riduzione del diametro della mousse.

Infine per la sola gamma Extreme l’azienda italiana ha deciso di provare a ridisegnare completamente le forme creando un prodotto con sfere esterne per riuscire ad offrire il massimo grip permettendo allo pneumatico di avere una maggiore superficie di aderenza.

risemousse

Come vanno

Per testare la gamma Risemousse abbiamo avuto a disposizione la gamma off-road di tre marchi diversi: Kawasaki, Yamaha Honda 2019.

Mousse Motocross

Nel segmento cross Risemousse è riuscita ad arrivare sul mercato con un prodotto di altissima qualità.

Sicuramente il passato da pilota di motocross professionista dell’amministratore delegato Fabio Ferrari ha fatto sì che questo prodotto sia di livello, tanto da essere utilizzato anche nel Supercross americano da alcuni piloti come Angelo Pellegrini.

Il feeling è immediato sin dai primi giri e di avere un migliore grip sia sui 250cc che i 450cc e una incrementata confidenza nell’approcciare le frenate. Con le Risemousse si entra  nelle curve con una velocità più sostenuta rispetto alla camera d’aria, perché assorbe meglio le buche in frenata permettendo di spingere di pù l’ ingresso in curva ed avendo un controllo migliore.

risemousse

Con le camere d’aria in particolari punti della pista la moto tendeva a “saltellare” facendo staccare la ruota dal terreno mentre la mousse riesce a copiare le buche in modo uniforme e trasmettendo anche minor impatto alle braccia, con un buon risparmio di fatica.

In generale la moto da un senso di maggiore stabilita. Di contro, l’utilizzo di qualsiasi tipo di mousse di qualsiasi marca, aumenta leggermente il peso delle ruote e quindi la moto è leggermente più dura nei cambi di direzione sulle piccole 250cc, mentre sui 450cc la differenza è impercettibile.

Mousse Enduro

Le Risemousse enduro sono prodotte con lo stesso materiale e design delle mousse cross ma con una densità minore, per garantire l’equivalente di una pressione più bassa. Il motivo di questa scelta è dato dal fatto che nell’enduro il pilota necessità di una maggiore sensibilità alle basse velocità per poter affrontare ostacoli come mulattiere, pietraie e terreni insidiosi dove avere l’equivalente di una pressione più bassa significa avere maggiore grip.

risemousse

La moto con le mousse enduro risulta molto “incollata” a terra e soprattutto sul posteriore con un’aderenza eccelsa che permette di affondare bene l’acceleratore in uscita di curva e affrontare ostacoli.

Per quanto riguarda l’anteriore va bene in mulattiera e in condizioni dove bisogna arrampicarsi su salite insidiose e in generale nella guida nei boschi, mentre su situazioni come il “cross test” nelle gare di enduro, per coloro che gareggiano forse è un pò troppo soft, dando una reattività minore rispetto alla camera d’aria.

Mousse Extreme

Molto particolare ed innovativo il design della Risemousse Extreme: tradotto in sensazioni di guida si ha decisamente un feeling molto diverso dalle mousse tradizionali.

risemousse

La Extreme è un prodotto pensato prevalentemente per chi partecipa a gare estreme come Erzberg, Romaniacs, Hells Gate e via discorrendo, per la sua incredibile capacita di “arrampicata”.

Le Risemousse sono già presenti sul mercato in diverse misure con prezzi a partire da 89 euro iva inclusa, distribuite in esclusiva sul mercato italiano da Innovabox Srl,. L’azienda italiana inoltre è già al lavoro per introdurre a breve dei nuovi prodotti dedicati all’uso rallystico ed adventure.

ABBIGLIAMENTO

Casco - Scorpion Exo VX-16

Occhiali - Ariete

Completo - Alpinestars Techstar Factory

Stivali - Alpinestars Tech 10

 

Photo Credit: Lucia Olachova