Iniziamo con un modello di media cilindrata ma con ottime doti di guidabilità e maneggevolezza, a costi di gestione piuttosto contenuti.

La Yamaha Tracer 700 con oltre 40.000 esemplari venduti in tutta Europa è una delle moto di maggior successo.

È una moto indicata per i meno esperti come per chi ne cerca una facile da guidare, grazie al suo motore due cilindri da 698 cc che eroga 74 CV e un peso in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) di 196 kg.

La Yamaha Tracer 700 nella sua versione 2020 inoltre è stato aggiornato per rispondere alle normative anti inquinamento e ora è omologato Euro5, senza alcuna perdita di prestazione) e guadagna un nuovo schermo regolabile con una sola mano, uno stile aggiornato, nuovi orologi e, forse la cosa migliore di tutte, sospensioni migliorate e multi-regolabili.

Mentre un altro plus per i mototuristi è l'offerta di quattro diversi pacchetti di accessori, per renderla il più completa possibile, a seconda delle preferenze e necessità di ogni mototurista.

L'estetica è soggettiva, ma senza dubbio la vista frontale della Yamaha Tracer 700 è aggressiva, innovativa e non la fa passare inosservata.

La Yamaha Tracer 700 è disponibile in tre colorazioni: Icon Grey, Sonic Grey e Phantom Blue a un prezzo che parte da 8.499 euro.

Per il pacchetto Travel bisogna aggiungere 1.277,30 euro e include le borse laterali Touring da 20 litri (con telaietti e set di bloccaggio per borse e bauletto), la sella comfort, il parabrezza Touring e il caricabatterie per dispositivi USB 5 V.