Salendo un po' di cilindrata e anche di costo d'acquisto, troviamo l'adventure bike inglese, evoluzione della Tiger 800 che aveva riscosso un discreto successo tra i mototuristi e gli amanti delle adventure bike.

La Triumph Tiger 900 GT Pro per il 2020 viene completamente rivista e a Hinckley hanno sfornato una tuttofare stradale per garantire il massimo comfort e controllo, mentre il motore a tre cilindri di 888 cc, da 95 CV e 87 Nm permette di affrontare senza timore anche i viaggi più lunghi, grazie anche a un serbatoio da 20 litri.

La dotazione tecnologica integra ulteriori evoluzioni che la fanno sentire sempre perfettamente a suo agio in città, nei lunghi viaggi e in qualsiasi altra situazione e include il cruscotto TFT da 7” antiriflesso; il sistema di connettività My Triumph e il modulo Bluetooth per accedere al sistema di controllo della GoPro, al navigatore e alle funzionalità telefono e musica direttamente dai blocchetti interruttori tramite a strumentazione TFT; controllo di trazione e ABS cornering (disattivabile); sospensioni Marzocchi regolabili elettricamente, cambio quickshift; sella riscaldabile regolabile dal passeggero e riding mode con cinque modalità.

Dal punto di vista estetico, il gruppo ottico anteriore con il sopracciglio a LED colpisce a prima vista e la rende subito riconoscibile.

Ovviamente tutto questo si paga: la Triumph Tiger 900 GT Pro ha un prezzo che parte da 15.200 euro ed è disponibile in tre colorazioni: Pure White, Sapphire Black e Korosi Red (opzionale, costa 100,00 euro).