Lo scooter elettrico Horwin EK3 è una combinazione di design, sostenibilità e moda. È importato in Italia da Vent.

La mobilità urbana sostenibile oltre all'etica richiede anche stile. E Horwin, il marchio cinese importato in Italia da Vent, combina tutte queste caratteristiche nel suo nuovo scooter elettrico, l'EK3, che si contraddistingue per il suo design moderno, le linee tonde, i colori brillanti. Tutto quello che ha bisogno per piacere tanto agli adulti quanto ai più giovani e a un pubblico unisex.

Ecologia, stile e tecnologia

Se la mobilità urbana richiede etica ed ecologia, almeno che abbia un minimo di stile. Le due ruote sono una questione di design e anche gli scooter elettrici non possono esimersi da questo dogma, che l'Horwin EK3 rispetta in pieno.

La reinterpretazione in chiave moderna ed ecologica degli scooter urbani che permette di circolare in qualsiasi zona delle città in tutta comodità, grazie anche alle sue dimensioni, a misura del mercato europeo.

Sviluppato in linea con i più recenti standard di sicurezza, l'EK3 vanta un equipaggiamento tecnologico di serio che non è affatto scontato: frenata combinata CBS, luci a LED, funzione di ritardo nello spegnimento delle luci, keyless go, display touch-start, retromarcia, sistema di allarme antifurto e pneumatici a prova di foratura e addirittura il cruise control. Tutte queste dotazioni equipaggiano “di serie” EK3, che si distingue per i suoi costi di gestione contenuti.

Fotogallery: Horwin EK3

Motore e batteria

Leggendo i numeri dell'Horwin EK3 capisci che elettrico non significa solo rispetto dell'ambiente ma anche dinamismo: il motore infatti eroga una potenza di 6,2 kW fino a una velocità di 95 km/h e raggiunge i 60 km/h in 6 secondi, con la coppia subito disponibile girando l'acceleratore.

Lo scooter elettrico è anche dotato del sistema di controllo FOC (Field Oriented Control) che assicura una partenza rapida, ma allo stesso tempo un bilanciamento della potenza e del consumo di energia.

Il FOC è in grado di riconoscere le condizioni di guida e di controllare di conseguenza il motore per ottenere una prestazione costante, senza sprecare energia e consumare batteria, recupera l'energia in frenata e limita la potenza in alcune fasi dell'accelerazione.

L'Horwin EK3 è equipaggiato con due batterie Samsung agli ioni di litio 18650, ricaricabili e facilmente rimovibili e il sistema di monitoraggio SOC previene i malfunzionamenti, proteggendole da sovraccarichi, scariche, sovratensioni, cortocircuiti e controllano anche la temperatura.

Ogni cella della batteria ha una capacità di 1,44 Wh, mentre l‘intero pacco batterie è di 2,88 Wh, mentre la batteria ha una durata di 1.000 cicli di carica.

La corrente di carica standard è di 10 A e il tempo di carica di un pacco batteria è di circa 4 ore.

Praticità

Ecologia, stile, tecnologia si combinano anche a un buon grado di praticità e gli scooter moderni non possono farne a meno.

Lo scooter elettrico EK3 si avvia, si spegne e si immobilizza senza inserire la chiave nel blocco di accensione, perché la sua chiave funziona proprio come un telecomando a distanza, che inoltre attiva e disattiva l'antifurto.

Grazie alla presenza della presa USB nel vano porta oggetti, durante la guida si può ricaricare lo smartphone tra uno spostamento e l'altro.

Tutte le informazioni relative allo stato dell'EK3 sono visualizzate sull'ampio display touchscreen, dal cruise control al livello di ricarica delle batterie fino all'autonomia residua.

La retroilluminazione permette una visualizzazione ottimale anche in condizione di scarsa luminosità e, scorrendo il dito sulla striscia di touch-start nella parte inferiore del display, è possibile avviare il motore.

Disponibilità, colori e prezzi

Lo scooter elettrico Horwin EK3 è disponibile in quattro colori: bianco, nero, grigio e rosso, al prezzo di 4.490 euro f.c., ma con il contributo statale del 30% il costo finale si riduce a 3.385,90 euro f.c., mentre con quello al 30% è di 3.037,87 f.c..

I modelli Horwin sono progettati internamente dall’R&D di Kammersdorfin Austria e costruiti in Cina, nella sede produttiva aziendale.