Il 3, 4 e 5 aprile 2021, su tutto il Paese, si applicano le restrizioni previste per la zona rossa, ma si può andare dai parenti.

Come previsto dal decreto-legge n. 30 del 13 marzo 2021, da sabato 3 a lunedì 5 aprile 2021, tutto il territorio nazionale sarà in zona rossa per contenere al massimo il contagio da Covid-19. Quindi, spostamenti in moto o in scooter permessi solo se motivati da ragioni di lavoro, di salute o di necessità.

Però, il decreto “legalizza” la grigliata in famiglia o con amici: infatti è consentito per una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro. 

Lockdown di Pasqua

Il decreto-legge del governo Draghi ha introdotto le misure di contenimento del virus per il periodo tra il 15 marzo e il 2 aprile 2021 e per il giorno del 6 aprile, con una disciplina più rigida per il periodo delle festività di Pasquali, dal 3 al 5 aprile.

Inoltre, dispone controlli mirati lungo le strade di scorrimento extra-urbano, potenzialmente interessate da flussi di traffico più intensi, per accertare il rigoroso rispetto delle disposizioni in materia di mobilità.

Uguale attenzione andrà, poi, rivolta alle stazioni aeroportuali e ferroviarie, come pure agli altri snodi della mobilità urbana.

Ducati Riding Academy 2021 iscrizioni DRE Adventure

Autocertificazione

A differenza dell'altro periodo però, nonostante si parli di misure più rigide per evitare assembramenti e contenere il diffondersi del coronavirus, nel decreto c'è il via libera per andare a far visita a chi vogliamo, una volta al giorno con la propria famiglia.

Quindi, anche se le linee guida del governo raccomandano restringono la presenza solo ai conviventi, non è stato previsto alcuna divieto alla partecipazione di altri nuclei familiari e possiamo andare al pranzo di Pasqua dalla nonna e a quello di Pasquetta dall'amico in moto o in scooter.

Tutti gli altri spostamenti dovranno essere motivati con l'autocertificazione, meglio se portata con sé, dove devono essere indicati le ragioni: lavoro, salute o necessità.

Spostamenti

Come sono regolati gli spostamenti nella zona rossa nei giorni del 3, 4 e 5 aprile?

Non si può uscire dal proprio comune né dalla propria regione, a meno che non sia per i soliti tre motivi.

Però sì, ci si può recare nella seconda casa, sia in un altro comune che in un'altra regione, solo con il nucleo familiare e dimostrando di averne titolo prima del 14 gennaio 2021 e purché la casa non sia abitata da altri.

Ci sono delle regioni che hanno vietato gli spostamenti nelle seconde case ai non residenti durante le vacanze di Pasqua e sono: Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Sardegna, Valle d’Aosta e la , provincia di Bolzano.

Se Campania, Liguria e Puglia vietano gli spostamenti verso le seconde case anche ai residenti, la Sardegna prevede il tampone svolto 48 ore prima o un certificato vaccinale per i residenti che si spostano nelle seconde case.

La Sicilia invece permette di raggiungere le seconde case anche arrivando da un’altra Regione, ma è necessario fare il tampone entro le 48 ore dall’arrivo, mentre il comune di Capalbio ha imposto il divieto di andare in spiaggia nei tre giorni di Pasqua.

Si consiglia di controllare sul sito della propria regione gli eventuali divieti previsti e requisiti richiesti.

Uscire dal comune

Il lockdown ci vieta di recarci in un altro comune se non è per motivi di lavoro, urgenza o necessità.

Alcune deroghe riguardano la tipologia di prodotti venduti: possiamo recarci, anche in moto o scooter, in un negozio in un altro comune, solo per acquistare un prodotto che sappiamo di non trovare nei negozi del nostro comune.

Possiamo anche far visita a un parente o un amico non autosufficiente residente fuori comune o regione oppure per fare attività motoria, purché si parta di corsa o in bicicletta dalla propria abitazione (non è permesso prendere l'auto per andare al parco a correre).

Per tutte le informazioni relative alle restrizioni previste dal decreto legge del 13 marzo 2021, visitate la sezione dedicata nel sito del governo.