La collaborazione tra Harly-Davidson e QJMotor starebbe proseguedo: spuntano i documenti di omologazione della piccola cruiser.

Che fine ha fatto la collaborazione di Harley-Davidson con la cinese QJMotor, per la produzione di moto di picolla cilindrata? Non se ne era più sentito parlare e si pensava che, dopo l'accordo tra la casa americana con l'indiana Hero Motocorp, fosse tutto fermo. Invece sembra che le cose siano proseguite o, se si erano bloccate, per lo meno sono riprese.

Le collaborazioni

Quelle di Harley-Davidson con i produttori asiatici di moto è un affare complicato. Ricapitolando: la casa di Milwaukee nel 2019 si era accordata con QJ Motor, marchio cinese che come Benelli fa parte di Qianjiang Group Co. Ltd, colosso cinese che dà lavoro a 14.000 persone e produce ogni anno oltre 1,2 milioni di motoveicoli e 2 milioni di motori, a sua volta controllata da Geely Holding Group (proprietaria tra gli altri anche di Volvo, Lotus e Proton), per la produzione di moto bicilindriche di piccola cubatura.

Nell'ottobre 2020 però, in seguito ai cambi manageriali e di piani industriali che avevano portato ad abbandonare alcuni mercati ritenuti poco redditizi tra i quali quello indiano, Harley-Davidson ha siglato una collaborazione con Hero Motocorp Ltd, il più grande produttore di due ruote al mondo(secondo un rapporto di BSE India).

Secondo l'accordo, Hero diventa il distributore del marchio americano in India, occupandosi non solo delle vendite e dell'assistenza post-vendita per Harley-Davidson, ma anche di sviluppare una gamma di prodotti premium sia con il marchio Bar and Shield che con quello di Hero, sfruttando in cambio le competenze americane.

Insomma, una collaborazione di qua, una di la con due realtà molto importanti e anche concorrenti tra loro in un mercato molto importante come quello asiatico e nonostante tutto Harley-Davidson prosegue con i suoi piani.

QJ SRV330 futura Harley-Davidson

La piccola Sportster

A inizio di quest'anno vi avevamo parlato della cruiser da 300 cc che QJMotor stava sviluppando, un nuovo modello con motore bicilindrico a V della quale era spuntato un disegno dalle inconfondibili forme di una cruiser.

Erano ben visibili il nome QJMotor nella parte inferiore del serbatoio e il nomve SRV 300 sull'airbox, mentre gli altri elementi, comprese le ruote e i freni, assomigliano molto ai componenti già utilizzati sulla Benelli 302S.

Anche se sfuocata, l'immagine mostrava una cruiser dallo stile ispirato dalla Sportster, modello storico di Harley-Davidson che l'Euro 6 ha messo fuori mercato e che ora la casa di Milwaukee deve in qualche modo sostituire.

Da quel disegno doveva nascere una moto alla quale era già stato dato un nome, 338R ma alla fine pare che H-D abbia accantonato il progetto, visto che alla fine il disegno è rimasto tale.

Chissà cosa ne pensano a Milwaukee della Grintosa allora, intrigante tracker basata sulla Benelli 302S realizzata da una azienda di design italiana, che poteva dare vita proprio alla H-D 338R.

harley-davidson XR338 la grintosa by engines engineering

L'immagine

Ora però da Qianjiang emergono documenti di omologazione di un nuovo modello V-twin contraddistinto da con uno stile e una posizione più vicino a HD, suggerendo che il progetto potrebbe essere stato sottoposto a un ripensamento sostanziale (e la casa di Milwaukee in merito ne ha da insegnare).

Il tipico stile Harley non può essere ignorato: a eccezione della forcella rovesciata e del bicilindrico a V raffreddato ad acqua, con un radiatore armonizzato con le linee della moto, sembra di intravedere una piccola Iron 883.

Anche le ruote seguono lo stesso design, con ruote in legga con dettagli lucidi e trasmissione finale a cinghia.

Data la piccola cilindrata, anche la ciclistica viene adeguata: secondo i documenti di omologazione il cerchio anteriore è da 16” e il posteriore da 15”, la velocità massima indicata è di circa 130 km/h e l'impianto frenante include l'ABS.

L'immagine esce da un documento di omologazione, quindi si tratta di qualcosa di fondato e, vista l'origine, cioè Qianjiang Group, è da prendere seriamente.

Vediamo quindi cosa accadrà prossimamente, perché una Harley-Davidson di fabbricazione cinese potrebbe essere prossima.