Oggi Moto Guzzi festeggia il suo centenario e più o meno volontariamente svela una novità in arrivo quest'anno.

Oggi è un giorno importante per il motociclismo, italiano prima di tutto ma anche internazionale, perché quello di Moto Guzzi è un nome, e un marchio, quello dell'Aquila, riconosciuto in tutto il mondo.

Festeggiare un anniversario così importante nel pieno di una pandemia non è quello che il management del Gruppo Piaggio e gli appassionati, di Moto Guzzi e di motociclismo in generale, si auguravano, però questa sera è in programma una diretta streaming ed entro l'anno è attesa una bella sorpresa.

Centenario

Oggi Moto Guzzi compie 100 anni: la "Società Anonima Moto Guzzi" veniva infatti fondata a Mandello del Lario il 15 marzo 1921 da tra sognatori: il cavaliere Emanuele Vittorio Parodi con il figlio Giorgio e il suo amico Carlo Guzzi con il ruolo di progettista.

In occasione del suo centenario, Moto Guzzi ha presentato tre modelli speciali, V7, V9 e V85 TT caratterizzate dalla speciale Livrea Centenario ed è in corso una vendita all'incanto di alcuni dei suoi modelli più storici.

Il clou del centenario poi verrà celebrato con il ritorno delle GMG, le Giornate Mondiali Guzzi che richiamano i guzzisti da tutto il mondo: nel 2019, solo per gli Open Days, erano in più di 30 mila i motociclisti arrivati a Mandello per celebrare il prestigio del marchio italiano.

moto guzzi 100 anni modello centenario

Sorpresa

Ma non c'è compleanno senza sorpresa, tanto meno se si festeggiano i 100 anni. Oggi Moto Guzzi per celebrarsi ha pubblicato una pagina pubblicitaria e un video, con i modelli che hanno fatto la storia della casa di Mandello del Lario.

E se si guarda bene, l'ultimo in basso a destra è più sbiadito degli altri. Cos'è? Sembrerebbe un modello inedito, anche se dalle forme potrebbe assomigliare a moto prodotte in precedenza, come la Griso o la Bellagio.

Che ci sia qualcosa di nuovo, lo ha affermato anche Roberto Colaninno, presidente del Gruppo Piaggio, società proprietaria del marchio Moto Guzzi.

In una intervista rlasciata a La Gazzetta dello Sport infatti, Colaninno si è fatto scappare che “Il nuovo stabilimento sarà l’occasione per un’ulteriore crescita del marchio. Qui nascerà la Guzzi del centenario il cui progetto potrebbe essere presentato al prossimo Eicma. Sarà straordinaria per tecnologia, design e prestazioni”.

Non sarebbe niente male se a Mandaello avessero voluto rispolverare quel vecchio progetto della MGS, realizzato in origine da Ghezzi & Brian e lasciò tutti a bocca aperta, perchè una moto con il bicilindrico a V trasversale così non si era mai vista.

In sella a quel modello, nel marzo 2006 Moto Guzzi vinse le due manche della BOT-Battle of Twins della "Daytona Speed Week", con il pilota Gianfranco Guareschi.

Anche la Griso nella versione di Alessandro Loviselli e della sua Ipotheyss sarebbe un'idea molto intrigante.

Quindi, l'appuntamento potrebbe essere fissato a Milano, per fine novembre 2021.