KTM annuncia una operazione di richiamo sui modelli 2020 della 1290 Super Duke R. La causa sarebbe un problema di cablaggio.

Tutti i possessori di una KTM 1290 Super Duke R 2020 sono invitati a far controllare la propria moto presso i concessionari ufficiali.

L'intervento è necessario per verificare un possibile problema di cablaggio nel sottocodone per evitare problemi di sicurezza.

Problema di cablaggio

Anche i cavalli più potenti possono avere qualche problema ed è consigliato un controllo per evitare inopinabili dissaventure.

Infatti KTM annuncia un richiamo sulle 1290 Super Duke R modello 2020, invitando i possessori a recarsi presso un concessionario ufficiale per un intervento al sottocodone.

Potrebbe esserci una interferenza di contatto tra il cablaggio posizionato nel sottocodone e il medesimo e quindi è necessario un controllo al cablaggio e una modifica del sottocodone.

Inoltre KTM ha messo a disposizione l'area "Manutenzione e controllo di sicurezza" del sito KTM.com per verificare se la loro moto è interessata al richiamo.

KTM 1290 Super Duke R ad EICMA 2019

Nel particolare

Il comunicato di KTM non scende nei particolari del problema, né specifica se il problema si verifica con la moto in movimento o meno.

Nessun problema del motore, l'elettronica riconosce l'anomalia del cablaggio della 1290 Super Duke R e da qui parte la campagna di richiamo della casa austriaca.

Ovviamente KTM ha già avvisato tutti i possessori della moto e l’operazione verrà eseguita gratuitamente in garanzia.

Un problema che in concessionaria può essere risolto, quindi meglio controllare e poi risalire in sella sicuri.

 

Rettifica del 19 febbraio 2021: KTM ha smentito l'anomalia relativa al traction control precedentemente riportato nel pezzo.