Anche la casa giapponese si abbandona alla piattaforma di comunicazione digitale come salone motociclistico virtuale ricco di novità.

Il 5 febbraio Suzuki lancia il suo salone virtuale per presentare le ultime novità 2021: il Suzuki Global Salon. Si tratta di una piattaforma per permettere a tutti i motociclisti di tutto il mondo di mettersi in contatto con la casa di Hamamatsu.

A tutto digitale

La mancanza dei tradizionali saloni internazionali ha portato alla nascita delle presentazione online dei nuovi modelli 2021.

Il coronavirus ci costringere a fare a distanza molte delle solite cose che eravamo abituati a fare prima e, con più o meno piacere, dobbiamo accontentarci di vedere le moto dallo schermo del proprio pc o smartphone.

Non proprio la stessa cosa di vedere dal vivo e toccare con mano, salire in sella, guardare con attenzione i particolari, un digitale diverso dal suo significato originale.

Anche Suzuki si allinea e venerdì 5 febbario 2021, dalle 8 in poi, aprirà le porte del Suzuki Motorcycle Global Salon, un salone virtuale con le novità del marchio campione del mondo di MotoGP.

La piattaforma digitale prosegue il percorso di digitalizzazione della comunicazione e, secondo Suzuki, è complementare a tradizionali concessionari, coi quali creare sinergie.

Suzuki V-Strom 650 2021
Suzuki SV 650 2021 UK

Non è solo un sito

Il Suzuki Motorcycle Global Salon non è un sito web ma una applicazione scaricabile gratuitamente, all'inizio disponibile solo per Windows e successivamente per i sistemi operativi dedicati agli smartphone.

Così chiunque potrà avere l'occasione di accedere in qualsiasi momento perché il Global Salon di Suzuki è sempre a portata di click e gratis.

L'unico biglietto da pagare per scaricare l'app è sotto forma di registrazione, fornendo i propri dati personali e l'indirizzo e-mail, a partire dalle ore 8 del prossimo 28 gennaio.

ll Suzuki Motorcycle Global Salon mette a disposizione diverse funzioni e consente di assistere in streaming al lancio di nuovi modelli, tra i quali anche l'attessissima Hayabusa, aprendo un canale diretto per porre domande alla filiale Suzuki del proprio Paese, per esempio per richiedere preventivi, per chattare con altri utenti e configurare la moto preferita.

Il futuro?

Ormai dopo la cancellazione delle edizioni 2020 di Eicma e Intermot, dello spostamento del Motor Bike Expo, tutte le case motociclistiche si sono affidate alla tecnologia, spostando su un altro livello la loro attività di comunicazione.

E poco importa se sono già state fissate sia le date di Eicma 2021 (23-28 novembre) e Intermot è slittato al 2022 (4 9 ottobre 2022).

BMW ha dichiarato di abbandonare i saloni tradizionali, preferendo le presentazioni online o eventi più targetizzati con il pubblico di riferimento del caso.

Ducati ha svelato i propri prodotti con una web serie e altre case con dirette online sulle pagine e i canali social.

Una volta eravamo abituati a darci appuntamento ai saloni, “Ci si incontra a...”.

Speriamo di non dover cambiare la formula, magari con un più giovanile “Ci si becca su...”.