Potremmo vedere una serie di modelli diversi derivati dalla Royal Enfield Meteor, di cubatura maggiore e segmento diverso?

La Royal Enfield Meteor 350 è una moto che ha tutte le carte in regola per avere successo: agile, facile da usare, bassi costi di esercizio e componentistica moderna.

Ma il mercato europeo è diverso da quello asiatico: ecco perché una versione di cilindrata maggiore potrebbe essere accolto con interesse, dando anche vita a una serie di modelli per ampliare la gamma.

Punto di partenza

C'è una domanda che è rimasta senza risposta in occasione delle presentazione della Royal Enfield Meteor: "potremmo vedere un modello di cilindrata maggiore e potrebbe essere la piattaforma di partenza per la realizzazione di altri modelli?"

Insomma, come Triumph fa per la Bonneville, perché non aspettarci la stessa mossa da parte della casa anglo-indiana, con modelli più mainstream?

Potrebbero essere inclusi nei 28 modelli che Royal Enfield ha intenzione di lanciare nei prossimi 7 anni?

La Meteor 350 è stata accolta positivamente, grazie anche al nuovo motore monocilindrico 350 cc e al prezzo che oscilla appena sopra i 4.000 euro.

Ma, come successo per la Himalayan, i motociclisti europeion disdegnerebbero affatto la possibilità di vedere allargata la gamma delle bicilidriche di Royal Enfield con una new-entry come la Meteor 650, che riscuoterebbe un successo di vendite maggiore nel Vecchio Continente, seguendo il corso di Continental GT e Interceptor.

Durante il reveal del modello i vertici del marchio a domanda diretta hanno glissato, ma non hanno certamente smentito l'ipotesi, il che lascia spazio a un barlume di speranza per le prossime stagioni.

Fotogallery: Royal Enfield Meteor 350 2021

Spostamento verso l'alto

La Royal Enfield 350 è stata concepita per il suo mercato principale, quello indiano in particolare dove da 350 cc sono considerati motori di grande cilindrata.

La nostra curiosità però ci spinge a chiederci se nei piani di Royal Enfield non ci siano anche sviluppi verso l'alto, con un aumento di cubatura da porsi accanto alla bicilindriche Continental GT e Interceptor.

Magari, creando una serie di modelli per venire incontro alle esigenze e preferenze del mercato e dei motociclisti, sia con gomme stradale che tassellate con parafanghi alti per espandere la gamma?

Potrebbe essere la risposta di Royal Enfield se le voci relative alla Honda CB 350 H'ness scrambler dovessere essere confermate.