Combinazione tra motore ibrido e app Rideology, è questo l'obiettivo per il 2021 di Kawasaki, applicando l'IA sulle moto.

Kawasaki ha rilasciato un video molto provocante che termina mostrando un futuro sistema di propulsione per moto in fase di test su un banco prova. L'obiettivo del costruttore giapponese è di combinare questa tecnologia con il sistema di connettività Kawasaki Rideology, consentendo alla moto di riconoscere il percorso e mutare l'alimentazione, tra autostrada, città e strada di campagna, passando così dalla potenza completamente elettrica, ibrida e benzina a seconda della velocità del motore e possibilmente dalla sua posizione.

Nessuna rivelazione

Se vi aspettavate che il video pubblicato da Kawasaki rivelasse l'aspetto finale della moto rimarrete delusi, anche perché non era questo l'obiettivo.

Però, si possono vedere degli indizi rivelatori: non sembra di intravedere un modello attuale quanto alcuni componenti di modelli diversi.

Per esempio, il forcellone, la ruota e il pignone sembrano provenienti dalla Z900, mentre il design del telaio assomiglia a quello della Ninja 400 e della Z400.

Il telaio però è la chiave poiché le sue dimensioni e il suo design determinano il motore della moto.

Con questo in mente, è probabile che la parte a combustione interna del modello derivi dalla Z400 o anche, forse, dalla più piccola Z250.

Al momento è solo una ipotesi, che trova una giustificazione tecnica: il motore delle Z400 e Ninja 400 eroga circa 10 CV in più rispetto all'unità Z250 più piccola, leggermente più leggera ed economica.

Quando il motore più piccolo viene abbinato a un sistema ibrido, diventa quasi un componente secondario che svolge un ruolo di supporto.

Il viaggio ibrido e autonomo

Non è una sorpresa che Kawasaki intende combinare le tecnologie endotermica ed elettrica, ormai diffusa tra le auto.

È da circa un decennio che la casa di Akashi sta lavorando a una moto elettrica e l'anno scorso era giunta a depositare i brevetti di una moto ibrida, seguiti dallo sviluppo di una moto elettrica.

Il mese scorso invece avevamo pubblicato i disegni di un brevetto di un nuovo sistema ibrido, cioè alimentato da un tradizionale motore termico e uno elettrico, posizionati uno di fronte all'altro.

Questo video potrebbe legarsi proprio a quest'ultimo lavoro, dimostrando il viaggio che Kawasaki sta attualmente percorrendo, non solo in questa direzione.

Infatti Kawasaki quattro anni fa ha lanciato Rideology, tecnologia basata sul concetto di Intelligenza Artificiale Controllata.

Nel 2021 il costruttore giapponese fa sapere che vedremo il "passo successivo": ultimati i test e raccolti tutti i feedback, sarà pronto a percorrere una nuova strada con la comunicazione verbale bidirezionale tra pilota e macchina.

In questa nuova fase sarà possibile ricevere aggiornamenti sul livello di autonomia, bollettini meteo e riproduzione 3D delle corse e dei viaggi.