La Casa di Noale intenderebbe sfruttare la piattaforma Vespa Elettrica per una versione alla spina dell’iconico SR

Aprilia punta all’elettrico nel prossimo futuro: non per una superbike che faccia concorrenza alla Energica Ego+, o per una roadster in grado di inserirsi tra Harley-Davidson LiveWire e Zero SR/F. Bensì con uno scooter.

Il Gruppo Piaggio ha infatti deposto il brevetto su un nuovo logo che lascia poco spazio alla fantasia: quello dell’e-SR1.

L’evoluzione del cinquantino

La sigla è iconica e soprattutto è una parte fondamentale del successo di Aprilia negli anni 90, tanto da aver portato SR nelle verie cilindrate dedicate a diversi mercati, a sopravvivere fino ad oggi.

La certezza poi che non si tratti di omonimia arriva da altri due indizi: la grafica del logo è la stessa in uso attualmente per la gamma SR e a depositare il marchio è stato lo studio Jacobacci & partners S.p.A., che si occupa delle questioni di proprietà intellettuale del Gruppo Piaggio.

Una piattaforma collaudata

Il futuro SR elettrico molto probabilmente prenderà quanto più possibile dalla Vespa Elettrica, che al momento è commercializzata in due versioni: 45 km7H e 70 km/h.

Possibile quindi che anche l’e-SR1 segua lo stesso percorso, offrendo l’equivalente alla spina delle più classiche motorizzazioni 50 e 125 cc.

I tempi

Il deposito di un brevetto però non da certezza sui tempi o anche sull’effettivo arrivo di un prodotto sul mercato.

Il fatto però che sia stato depositato un logo lascia ben sperare, anche in virtù del fatto che se venissero condivise propulsore e batterie della Vespa Elettrica per Aprilia il lavoro più grande sarebbe già pronto e semplicemente da confezionare “su misura” intorno alla ciclistica e alle sovrastrutture del futuro SR a zero emissioni.

Foto e fonte: Motorcycle.com