La famiglia Panigale si allarga con la superbike nella versione più racing: componenti derivati dalla Superleggera e livrea dedicata

Le superbike di Borgo Panigale si rinnovano, e trovano l’omologazione Euro 5 senza perdere nulla nelle prestazioni. E questa è già una buona notizia per i fan delle rosse bolognesi.

Ducati però ha colto l’occasione, sfruttando anche il lavoro svolto recentemente per la Panigale Superleggera V4, per far tornare una sigla iconica del marchio: il 2021 infatti è l’anno della Ducati Panigale V4 SP.

Oscura ed esagerata

La Ducati Panigale V4 SP riprende la livrea nera opaca delle moto impegnate nei test invernali di MotoGP e WSBK.

Il total black dei winter test è stato rielaborato e reso unico dal Centro Stile Ducati, e impreziosito dalla presenza dei cerchi in carbonio, che fanno da contraltare al serbatoio in alluminio spazzolato.

Non manca il rosso, colore simbolo della Casa, che colora i dettagli su coda e cupolino. In carbonio sono realizzate anche le appendici aerodinamiche, mentre la sella riporta la bandiera italiana come per gli esemplari di Panigale impegnati in WSBK.

L’esclusività della SP è rimarcata dalla presenza della numerazione sulla piastra di sterzo.

Derivata dalla Superleggera

Ducati ha sfruttato vari elementi dell’esclusivissima Superleggera V4 per rendere la Panigale V4 SP il più performante possibile.

Oltre ai cerchi in carbonio a 5 razze sdoppiate, che fanno risparmiare ben 1,4 kg rispetto ai cerchi in alluminio, c’è l’impianto frenante Brembo Stylema R con pistoncini di derivazione racing e azionati da pompa MCS dello stesso marchio.

Fotogallery: Ducati Panigale V4 SP 2021

Il motore

Non poteva che esserci il Desmosedici Stradale da 1.103 cc ad equipaggiare l’ultima arrivata tra le V4 carenate.

Pur essendo omologato secondo le norme Euro 5, il V4 continua a scaricare a terra un apotenza massima di 214 CV a 13.000 giri e una coppia di 12,6 kgm a 9.500 giri.

La Ducati Panigale V4 SP viene equipaggiata con una frizione a secco SMT EVO-SBK realizzata in alluminio con componenti ricavati dal pieno, per esaltare ancora di più i risultati tra i cordoli.

Anche la trasmissione finale cambia: la catena da 520 è la stessa utilizzata dalle MotoGP ed è più leggera di 400 grammi rispetto a quella della Panigale V4S.

Bestia da pista

La Ducati Panigale V4 SP non lascia al caso i dettagli, e si conferma una Sport Production fatta e finita grazie alla sua dotazione: le pedane pilota sono regolabili e realizzate in alluminio ricavato dal pieno, il parafango anteriore è in carbonio e anche in altri elementi come la cover frizione aperta in carbonio, i tappi per la rimozione di specchi e portatarga e il kit Ducati Data Analyser con modulo GPS, che permette di avere una telemetria professionale delle proprie prestazioni in pista.

Prezzo e disponibilità

La Ducati Panigale V4 SP sarà disponibile ad un prezzo di 37.000 euro.