La Triumph Tiger 850 Sport è la novità 2021 della gamma adventure bike, tricilindrica, versatile e con equipaggiamento di alto profilo.

Triumph mette le mani alla sua gamma adventure bike: la Tiger 900 standard va in pensione e al posto suo arriva la nuova Tiger 850 Sport.

Dopo un'attenta indagine interna e aver ascoltato clienti e concessionari, le risposte ottenute dalla casa inglese indicavano la richiesta di una moto più maneggevole e accessibile, dove la combinazione di alcune elementi come il prezzo, la dotazione e le performance ricoprono un ruolo importante nella decisione d'acquisto.

Una nuova tigre

Su queste premesse, a Hinckley hanno sviluppato una nuova crossover a vocazione stradale, basata su un motore 3 cilindri dal set-up dedicato e su un pacchetto elettronico e di equipaggiamento completo, per una guida divertente e confortevole ogni giorno dell’anno, grazie alla combinazione delle caratteristiche richieste dal mercato.

Il nome è stato scelto per dare continuità alla nomenclatura Tiger, mentre il suffisso Sport specifica chiaramente il carattere prestazionale del nuovo modello, contraddistinto da un carattere dinamico, prestazioni appaganti e ancora più facili da sfruttare, e una ciclistica orientata alla massima trasversalità su asfalto.

Le differenze tra l'uscente Tiger 900 "standard" e la debuttante 850 Sport quindi sono tecniche, estetiche ed economiche: il motore è quello della gamma 900 ma con una impostazione dedicata, ha una dotazione di livello maggiore con gruppi ottici full LED, è disponibile per i neopatentati e ha un prezzo competitivo.

Le rivali di mercato sono le BMW F 750 GS e F 850 GS, con la prima che più si avvicina alla Tiger 850 Sport condividendo le caratteristiche di maneggevolezza, prestazioni e accessibilità.

La nuova Tiger 850 Sport è prodotta in Thailandia nello stabilimento Triumph, mentre tutte le fasi di progettazione, design e prototipizzazione avvengono a Hinckley.

Fotogallery: Triumph Tiger 850 Sport

Motore

Il motore della nuova Tiger 850 Sport è un tricilindrico di 888 cc, lo stesso della gamma Tiger 900, con un set up dedicato per un comportamento gestibile, permettendo una trasversalità di utilizzo, dal commuting quotidiano all’utilizzo turistico, per divertirsi senza pensieri.

I valori di potenza e coppia comunicati sono rispettivamente di 85 CV a 8.500 giri e 82 Nm a soli 6.500 giri, con un timbro basso tipico di un twin ma con la linearità di un triple.

La frizione antisaltellamento, leggera da azionare alla leva, offre comodità in ogni situazione, dai lunghi viaggi agli spostamenti nel traffico cittadino, dove la caviglia si alza e si abbassa con frequenza.

Il tricilindrico inglese viene gestito da due riding mode, Road e Rain e regolano anche la modalità di erogazione della potenza e l’intervento del traction control, che è disattivabile tramite lo schermo TFT.

È disponibile anche la versione depotenziata per patente A2, con il comando del gas e una mappatura motore ad hoc: la potenza viene portata a 47,6 CV a 7.000 giri e la coppia massima a 78 Nm a 3.750 giri, valori ripristinabili a quelli di fabbrica, dopo il passaggio di patente, con un intervento presso ogni concessionaria Triumph Motorcycles.

Ciclistica

Anche la ciclistica risponde alle richieste di maneggevolezza e semplicità d'uso, nell'ottica di trasversalità di utilizzo da perfetta crossover.

Il telaio tubolare a traliccio in acciaio, con telaietto posteriore imbullonato, è leggero assicurando un handling divertente e dinamico in ogni situazione.

La ciclistica della Tiger 850 Sport prevede sospensioni Marzocchi all’anteriore e al posteriore, con forcella a steli rovesciati da 45 mm di diametro e 180 mm di escursione, abbinata al monoammortizzatore a gas regolabile manualmente nel precarico e con 170 mm di escursione.

L'impianto frenante Brembo è composto da due dischi flottanti da 320 mm con pinze a quattro pistoncini monoblocco ad attacco radiale davanti, un disco da 255 mm con pinza a singolo pistoncino dietro.

Gli ingegneri Triumph hanno progettato un flusso d’aria incrementale intorno alle pastiglie, per favorire il raffreddamento e migliorare le prestazioni.
I cerchi a razze misurano 19” e 17” e montano gomme da 100/90 e da 150/70.

La Triumph Tiger 850 Sport esalta l'ergonomia potendo regolare la sella in due posizioni (portando l'altezza da terra da 810 a 830 mm), l'inclinazione del manubrio e il parabrezza, dietro al quale si trova uno schermo TFT da 5 pollici.

Il serbatoio da 20 litri consente una buona autonomia, sempre a seconda del polso di ogni motociclista.

Triumph comunica un peso a secco di 192 chili.

Triumph Tiger 850 Sport 2021
Triumph Tiger 850 Sport 2021

Family feeling

Non solo il nome ma anche il design fa capire l'appartenenza della Triumph Tiger 850 Sport: le linee sono quelle famigliari che abbiamo già conosciuto.

L'avantreno è prominente e progettato per essere protettivo, la parte mediana e il retrotreno invece per agevolare l’abitabilità per pilota e passeggero.

Tutti i fari sono a LED, garantendo durata e visibilità nonché sicurezza, rafforzata dalla luce diurna e LED anteriore.

Di serie la presa di corrente da 12V, per connettere un device elettronico durante la marcia.

Disponibilità, colori e prezzo

L'arrivo nelle concessionarie italiane della nuova Triumph Tiger 850 Sport è previsto per febbraio 2021.

Due le colorazioni previste: Graphite e Diablo Red (rossa) e Grafite e Caspian Blue (blu), colori che richiamano la Union Jack, la bandiera del Regno Unito.
Il prezzo di vendità è di 11.400 euro f. c..