La Ducati Multistrada V4 arriva in tre versioni: oltre la standard, V4 S e V4 S Sport. Ecco prezzi e dotazioni

È andata in onda questa sera la prima delle cinque puntate della web serie con la quale Ducati ha pensato di presentare, una volta a settimana, i nuovi modelli 2021.
Se il pubblico non può andare allo stand Ducati causa coronavirus, allora Ducati va nelle case del pubblico, tramite gli schermi di pc, smartphone e smart tv.

La Multistrada V4 prosegue l'introduzione del motore quattro cilindri, dopo la Panigale e la Streetifghter, sviluppato per essere più leggero del precedente bicilindrico desmodromico e per erogare una potenza sempre godibile, in qualsiasi situazione, dalla circolazione urbana come nello sterrato.

Eccola

Dopo tanta attesa, foto spia, indizi che fanno una prova, è finalmente arrivata l'attesissima Ducati Multistrada V4, crossover bolognese che per la prima volta viene equipaggiata con il nuovo motore V4 Granturismo.

Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, ha presentato la nuova Multistrada V4 nella prima puntata delle cinque previste della web serie, svelando ogni dettaglio della crossover bolognese.

La Multistrada V4 fonde in un un'unica moto caratteristiche tipiche dei modelli Ducati, ovvero sportività e prestazioni, ma con un maggior riguardo questa volta alla versatilità, per renderla efficace e godibile in ogni situazione.

Questa è la quarta generazione di Multistrada, dopo oltre 110.000 unità prodotte dal 2003, anno di debutto con una versione più rivolta all'uso stradale.

Con la seconda versione, nel 2010, è stato introdotto su una moto per la prima volta il Riding Mode mentre la terza generazione, nel 2015, precedeva il primo motore dotato di un doppio variatore di fase.

La quarta generazione, come premessa, è fedele al suo nome, fondendo le quattro anime che la animano: sport, travel, enduro e urban, per affrontare ogni condizione stradale.

Fotogallery: Ducati Multistrada V4 2021

Motore

Il motore è il V4 Granturismo da 1.158 cc che eroga una potenza di 170 CV a 10.500 giri e una coppia massima di 125 Nm a 8.750 giri.

Due le caratteristiche principali: è leggero (66,7 kg) e compatto e, pur avendo grinta, è stato progettato per la maggior fluidità ai bassi regimi.

Inoltre consente un allungamento degli intervalli di manutenzione: il cambio d'olio passa è previsto ogni 15.000 km mentre il controllo e l’eventuale regolazione del gioco valvole è richiesto ogni 60.000 km.

La tipica timbrica Ducati è sempre presente ma a moto ferma si disattiva la bancata posteriore, migliorando il comfort termico di pilota e passeggero grazie all’abbassamento delle temperature e riducendo il consumo.

Fotogallery: Ducati Multistrada V4 S 2021

Elettronica

Su una Ducati non manca l'elettronica e anche la Multistrada V4 ha la sua dotazione, che deriva dalla bicilindrica desmodromica: la piattaforma inerziale (IMU) gestisce il funzionamento di ABS Cornering, Ducati Wheelie Control (DWC), Ducati Traction Control (DTC), qui in versione "cornering" e, sulla Multistrada V4 S, le Cornering Lights (DCL).

Nella versione V4 S è presente di serie anche il Vehicle Hold Control (VHC), per facilitare la ripartenza su strade in pendenza e la piattaforma inerziale dialoga continuamente anche con il sistema di controllo delle sospensioni semi attive Ducati Skyhook Suspension (DSS) con funzione Autoleveling.

Rivista completamente l’interfaccia utente e la grafica del cruscotto (ora multilingua), un display TFT da 5" nella Multistrada V4, da 6.5" regolabile nell’inclinazione per la V4 S, controllabile grazie a un joystick sistemato nel blocchetto di sinistra, con il quale si può utilizzare anche il sistema Ducati Connect.

Inoltre, nella parte superiore del serbatoio, è stato ricavato un vano, accessibile tramite uno sportello, nel quale è possibile riporre il proprio smartphone e tenerlo sotto carica grazie alla presenza di una porta USB.

Fotogallery: Ducati Multistrada V4 S Sport 2021

Radar

Ducati con la Multistrada V4 introduce, per la prima volta su una moto il sistema radar anteriore e posteriore, che permette l’utilizzo del Cruise Control Adattivo (ACC) e del Blind Spot Detection (BSD).

I radar sono stati sviluppati con Bosch e aiutano a rendere più confortevole la guida, grazie alla capacità di ricostruire la realtà circostante la moto.

Il sistema radar è un accessorio su richiesta, previsto di serie nell'allestimento Full per le versioni V4 S e V4 S Sport.

Ciclistica

Il telaio della Ducati Multistrada V4 è un monoscocca in alluminio, con ruota anteriore da 19 pollici e forcellone bibraccio.

L'interasse è contenuto in 1.567 mm, l'avantreno ha quote sportive, le sospensioni una escursione di 170 mm all'anteriore e 180 mm al posteriore, la luce da terra è di ben 220 mm e un peso a secco di 215 kg.

Misure che la rendono intuitiva ed efficace tra le curve come una vera Ducati e al contempo facile da guidare e versatile sia per un utilizzo su strada sia fuoristrada.

Per rendere i trasferimenti autostradali più confortevoli, in fase di progettazione e sviluppo gli ingegneri Ducati hanno posto attenzione al livello di confort generale del veicolo, quello che nel mondo auto è chiamato Noise, Vibration, Harshness (NVH).

Così in galleria del vento è stato fatto un attento studio aerodinamico per ottenere la migliore protezione all’aria del pilota e del passeggero, ridurre i fruscii e allontanare dalle gambe del pilota il calore proveniente dal motore.

Così le forme del parabrezza, dei paramani e delle parti più esposte all’aria sono state studiate nei minimi dettagli.

Disponibilità, colori e prezzi

La nuova Ducati Multistrada V4 è disponibile da fine novembre 2020 in tre varianti: V4, V4 S e V4 S Sport.

La Multistrada V4 prevede solo la colorazione rosso Ducati con cerchi in lega, a partire dal prezzo di 18.990 euro.

La Multistrada V4 S invece è disponibile in due colorazioni: rosso Ducati o Aviator Grey. Con cerchi in lega costano rispettivamente 21.990 euro e 22.190 euro, altrimenti con i cerchi a raggi 22.590 euro e 22.790 euro.

Infine la Multistrada V4 S Sport, con speciale livrea Sport, monta di serie un silenziatore Akrapovič omologato in fibra di carbonio e titanio e parafango anteriore in fibra di carbonio. È disponibile in versione con cerchi in lega (da 23.790 euro) o con cerchi a raggi (da 24.390 euro).

Le versioni V4 S e V4 S Sport poi, si articolano in diversi allestimenti che differiscono dall'aquipaggiamento.