Il boxer viene aggiornato e arriva anche l’elettronica con diversi riding mode e ABS Pro per tutta la gamma. Sparisce la versione Racer

A 7 anni dal debutto la gamma BMW R NineT si aggiorna. Le classiche bavaresi infatti hanno colto l’occasione del passaggio obbligato all’Euro 5 per rifarsi il look e non solo.

Il motore

Numeri praticamente invariati per il boxer da 1,2 litri con raffreddamento misto: perde un’unita in potenza rispetto al passato, fermandosi a 109 CV a 7.750 giri ma mantiene il picco di coppia di 116 Nm a quota 6.000.

Cambiano però le teste cilindro e il corpo farfallato, insieme alle cover dei cilindri, per un look rinnovato.

Modificata l’erogazione, che BMW promette essere più corposa tra i 4.000 e i 6.000 giri grazie alle migliorie apportate al motore.

Fotogallery: BMW R NineT 2021

L’elettronica

 Arriva un nuovo pacchetto tecnologico su tutta la gamma, con ABS Pro, che include il sistema DBC, Dynamic Brake Control.

Debuttano anche due riding mode di serie, Road e Rain, che possono essere ampliati con la mappa Dyna per R NineT e Dirt per Scrambler e Urban G/S. Optionale anche Traction Control Dinamico (DTC), MSR e pacchetto Comfort, che aggiunge Cruise Control e manopole riscaldate.

I dettagli

Le nuove R NineT cambiano soprattutto nel look: il ponte di comando trova un secondo quadrante circolare, e i gruppi ottici diventano LED, con indicatori di direzione “a scomparsa”. Sempre sul ponte di comando arriva anche una presa di ricarica USB.

Versioni e accessori

Anche per il nuovo corso delle heritage bavaresi rimangono le personalizzazioni della Option 719 e per la Urban G/S arriva la livrea celebrativa “Edition 40 Years GS”, in edizione limitata.

Prezzi e disponibilità non sono state ancora comunicate.