Dal 12 ottobre si può pre-ordinare la Aprilia RS660, supersportiva di media cilindrata disponibile anche depotenziata per patente A2.

Ci siamo, Aprilia ha ufficializzato la data dei pre ordini, della commercializzazione, le colorazioni e il prezzo. E' ormai iniziata l'era dalla RS 660, che dal momento della sua presentazione l'anno scorso, è riuscita a creare quella sensazione di attesa e desiderio, sia tra gli appassionati del marchio di Noale che di moto sportive. Tra pochi giorni partono i pre ordini, anche con una nostalgica livrea giallo acido.

Pre-ordine

A fine agosto avevamo detto che la Aprilia RS 660 sarebbe stata pre ordinabile da ottobre, più precisamente, da lunedì 12 ottobre.

L'attesa ormai è finita per tutti i motociclisti che fin dal primo momento sono stati colpiti dalla supersportiva veneta.

La super sportiva di Noale non ha avuto vista facile, nonostante un ottimo inizio con l'apprezzamento del pubblico.

Poi il coronavirus e la conseguente pandemia ha sconvolto il calendario determinato da Aprilia, costretta a rimodulare i suoi piani.

Infatti il debutto era previsto agli Aprilia All Stars lo scorso 9 maggio, ma a causa delle stringenti disposizioni per contrastare il Covid, l'evento è stato cancellato.

Il lockdown tra marzo e maggio ha inoltre complicato le cose, fermando le linee di produzione in molte parti del mondo, Italia inclusa, ritardando così anche l’esordio commerciale della RS 600.

Ora sembra il momento giusto per far entrare la RS 660 nella gamma Aprilia.

Fotogallery: Aprilia RS 660 Acid Gold

Com'è fatta

La Aprilia RS 660 è mossa da un bicilindrico derivato dalla bancata anteriore del V4 1100 che equipaggia Tuono e RSV4, con fasatura a 270°, distribuzione bialbero e 4 valvole per cilindro.

Con una potenza i 100 CV distribuiti su 169 kg a secco (189 kg in ordine di marcia), promette tanto divertimento con un impegno fisico (e non solo) inferiore rispetto alla superbike RSV4.

Anche il suo equipaggiamento tecnologico deriva dalla RSV4, con il pacchetto APRC (Aprilia Performance Ride Control) che include piattaforma IMU a 6 assi, Cornering ABS multimappa e 5 riding mode, di cui 2 pensati per l’utilizzo in pista (Challenge con la massima potenza a disposizione e Time Attack totalmente personalizzabile, per polsi esperti) e 3 per l'uso stradale (Commute, Dynamic e Individual con personalizzazione dei controlli elettronici).

Tutte queste informazioni si possono tenere sotto controllo dal display TFT a colori che campeggia sul ponte di comando.

Nel cupolino sono integrati il gruppo ottico Full LED con tre elementi, che includono luci DRL distintive e indicatori di direzione integrati con sensore crepuscolare, che regola l’accensione automatica degli anabbaglianti.

Per aumentare la visibilità, è stata prevista anche la funzione "bending lights”, ovvero la coppia di fari supplementari presenti nelle parabole illumina l’interno della curva durante la marcia,.

Aprilia ha messo a disposizione anche la versione da 95 CV depotenziabile, rivolta ai neopatentati o a chi cerca il puro piacere di guida senza esagerare.

Disponibilità, versioni e prezzo

La Aprilia RS 660 sarà sarà disponibile da novembre, in tre colorazioni: Apex Black (nera), Lava Red (viola e rosso) e una inedita versione gialla battezzata Acid Gold al prezzo di 11.050 euro.

Quest'ultima livrea ricorda neanche tanto vagamente la Aprilia Futura degli anni '90 e si caratterizza per un coraggioso abbinamento a cerchi in lega rossi.

Inizialmente era stata pubblicata  su un gruppo Facebook dedicato, per essere ufficializzate successivamente da Aprilia sulla propria pagina ufficiale.