Ridisegnata, rinnovata, rinvigorita: la BMW G 310 R si è sottoposta a un lifting tecnico ed estetico, con motore Euro 5 e fari a LED.

Presentata nell'ottobre 2016, a distanza di quattro anni BMW rinnova la sua roadster entry level, mantenendo le caratteristiche principali: motore monocilindrico, peso leggero (158 kg dichiarati in ordine di marcia) e dinamica, senza nulla da invidiare alle roadster di cilindrata maggiore in qualsiasi contesto, in città e fuori.

Come l'altra entry level, la BMW R 310 GS, anche la 310 R è stata sviluppata a Monaco di Baviera ma prodotta a Hosur, in India, dal partner TVS Motor Company.

Euro 5

Dopo l'altra piccola di famiglia, la BMW R 310 GS, ora è il turno della roaster.
L'entrata in vigore dello standard Euro 5 sulle emissioni coinvolge anche la BMW G 310 R e così, per mantenerla in gamma, i tecnici di Monaco di Baviera hanno aggiornato il motore monocilindrico della loro piccola roadster.

Un intervento necessario, sia richiesto dalla normativa europea, ma anche per motivi anagrafici, visto che la G 310 R ha fatto il suo debutto a fine 2016, ridefinito il puro motociclismo urbano per la vita di tutti i giorni.

Maneggevole, potente quanto basta e dinamica in città, agile e robusta sui terreni più difficili (che a volte non faticano a corrispondere all'asfalto urbano), conferma i suoi pregi aggiungendo ora anche l'omologazione Euro 5, proponendosi anche dal 2021 come una delle crossover di piccola cilindrata più interessati del mercato.

La nuova BMW G 310 Rha un motore BS-VI di nuova concezione, sempre monocilindrico a quattro tempi da 313 cc raffreddato ad acqua con quattro valvole e due alberi a camme in testa con iniezione elettronica.

La potenza è di 34 CV a 9.500 giri e la coppia massima di 28 Nm a 7.500 giri. Il cambio è a 6 marce con frizione antisaltellamento e auto-rinforzo, che garantisce un azionamento preciso e scalate di marcia fluide. La velocità massima dichiarata è di 143 km/h.

Con l'accelerazione "Ride by Wire" il controllo è ancora più preciso e la risposta dell'acceleratore viene così migliorata

L'aumento automatico del regime del minimo all'avviamento, grazie al comando dell'acceleratore elettromotore, previene anche un possibile arresto improvviso del motore.

Fotogallery: BMW G 310 R 2021 Euro 5

Estetica e ciclistica

La nuova roadster tedesca dispone di luci full LED, dal faro agli indicatori di direzione compreso lo stop, per una miglior visibilità nel traffico cittadino e in condizioni di luce scarsa.

Entrambe le leve si possono regolare in quattro posizioni per migliorare l'ergonomia.

I coperchi dell'alloggiamento del motore per l'alternatore, la frizione, le piastre del poggiapiedi e la maniglia di sostegno per il passeggero e la pompa dell'acqua sono rifiniti in un nuovo colore metallizzato grigio titanio, migliorando il look moderno.

Il quadro strumenti multifunzione di serie dispone di un ampio display che offre un'eccellente chiarezza e un'ampia gamma di informazioni.

La sospensione della ruota anteriore è curata da una forcella a steli rovesciati, mentre nella parte posteriore è presente un forcellone in alluminio in combinazione con un monoammortizzatore montato direttamente. Entrambe le sospensioni sono regolabili nel precarico.

L'impianto frenante ad alte prestazioni con ABS a 2 canali garantisce una decelerazione efficiente e spazi di frenata ridotti.

I cerchi da 17” montano pneumatici da 110/70 all'anteriore e 150/60 al posteriore, l'altezza della sella è di 785 mm da terra.

Versioni e prezzo

Secondo l'ultimo listino comunicato da BMW, la G 310 R è disponibile in due colorazioni: Cosmic Black 2 e Racing Red, al prezzo di 5.500 euro, che resta inalterato rispetto alla versione Euro 4 (il prezzo al momento del lancio, nel 2016, era di di 5.150 euro).
Oltre alla standar, è prevista la versione HP, in colore Pearl White metallizzato, per la quale è previsto un sovrapprezzo di 60 euro.