Una special su base Yamaha XSR700 non è una rarità, questa si differenzia per l'elegante utilizzo del legno e il contrasto cromatico.

Il nome di questa special è Hommage e si ispira alle gare motociclistiche del passato, ma a colpire più di tutto è il suo aspetto, con una carena realizzata in legno che la rende elegante e raffinata, come le vecchie ammiraglie di 30 anni fa.

Non come tutte le altre

Leggendo le marche che porta addosso questa special su base Yamaha XSR700, non ci sarebbe molto da sorprendersi: forcella e ammortizzatore Öhlins, pedane arretrate Gilles Tooling per una posizione più sportiva, filtri KN, tappo serbatoio ricavato dal pieno di Rizoma, scarico Xrace e pneumatici Pirelli Diablo SuperCorsa.

Insomma, fai una lista di tutte le parti speciali da mettere addosso a una special e fai una crocetta di fianco per essere sicuro di non aver escluso niente.

Poi però sulla lista appare: carenatura e telaietto posteriore in legno di faggio, con rivestimento in fibra di vetro e resina per mantenerla stabile, e capisci che è qualcosa di mai fatto prima.

Il processo di lavorazione è lo stesso utilizzato per le tavole da surf in legno e lo stesso con il sedile (dove è nascosta la potenza Ultrabat).

E qui che questa Yamaha XSR700 diventa davvero special, dove il legno si mischia con il metallo, grazie a un folle lavoro manuale di smerigliatrice con dischi abrasivi di George Woodman.

“Non so quante ore ci ho passato sopra, ma posso dire senza dubbio che è la prima e l'ultima carena piena che potrete vedere” afferma divertito e soddisfatto George Woodman, pseudonimo di Sébastien Valliergues, artigiano di Biarritz e fondatore del George Woodman Garage.

Fotogallery: Yamaha XSR700 Hommage by George Woodman Garage

Fuori dagli schemi

In un settore dove ormai si fatica a vedere qualcosa di davvero nuovo e dove tutti bene o male seguono la tendenza, la Yamaha XSR700 Hommage di George Woodman Garage è qualcosa di fuori dal comune.

Bisogna avere coraggio, personalità e determinazione per uscire dagli schemi ed evidentemente queste sono caratteristiche che non difettano a uno come Sébastien Valliergues, che ha accettato la complessa sfida dell'uso del legno sulle moto.

Si sono viste vernici speciali effetto legno, ma vedere il legno effettivamente utilizzato come materiale per realizzare una parte della moto, è un caso molto raro.

Così sotto lo pseudonimo di George Woodman, il ragazzo di Biarritz ha vinto questa sfida andando controcorrente, creando una special con la sport heritage di Yamaha, seguendo le tecniche di costruzione delle tavole da surf, anche loro create con lo scopo di andare contro le onde e domare la corrente.

Sébastien aveva già lavorato su una XSR700 due anni fa, per il concorso Yamaha Yard Built, ma non ne uscì del tutto soddisfatto, avendola realizzata troppo in fretta (in tre mesi) con tanto stress.

E così, senza scadenze prefissate è tornato sulla sport heritage giapponese per “fare del mio meglio per realizzare un capolavoro unico. Il suo nuovo nome è 'Hommage' e ha preso ispirazione dalle vecchie moto da corsa con una carenatura completa in legno intagliato”, spiega l'artigiano francese.

La sfida con se stesso

Così è iniziata una sfida personale e non con altri customizzatori. La scelta del modello di moto è stata giustifica dalla sua capacità di adattarsi a una moderna customizzazione e poi perché era tra le più economiche da acquistare, anche nuova (in Italia, la Yamaha XSR700 ha un prezzo di 7.699,00 euro).

E poi perché, dice ancora Sébastien Valliergues, “è divertente da guidare, maneggevole su qualsiasi tipo di strada. Ma dopo qualche anno sul mercato, anche lo stile retrò della XSR è diventato un qualcosa di già visto. Serviva quindi uno scossone per distinguerla dalla massa”.

La carenatura è la parte principale di questa special: il faggio è un legno che a vapore si piega bene, ma non è così semplice.

Anche gli attacchi della carenatura sono fatti a mano, in acciaio con vernice nera e fissaggi invisibili tramite inserti nel legno.

Ma la carena non è l'unica parte in legno della Hommage, ci sono altri particolari che non si possono cogliere fino a quando Sébastien non li indica per farli apprezzare, nonché per rendere giusto merito al suo lavoro!

Uno di questo è il paracatena, realizzato con più pezzi di legno, legati insieme con resina e infuso con vernice nera per permettere che si mimetizzi nella moto.

Il parafango anteriore è in Corian, un materiale ultra-versatile creato da DuPont che viene utilizzato più frequentemente sui piani di lavoro, ma la sua durata lo rende perfetto per questo compito.

Jérome Lopez di Colorside ha pensato alla verniciatura, che doveva essere della stessa qualità artigianale del resto della costruzione.

Il nero lucido crea un senso di profondità estremo, che fa quasi sparire nel nulla la sagoma della Hommage, mettendo in risalto il legno, sensazione alla quale contribuisce anche un retrotreno minimalista, con gruppo ottico a LED integrato nel telaietto.

Ora la XSR700 Hommage pesa 180 kg, sei in meno rispetto all'originale.

Yamaha XSR700 Hommage by George Woodman Garage

Interventi ordinari

Per tutto il resto, Sébastien si è affidato ai cataloghi aftermaket, non senza darci un tocco personale: per esempio, non si è accontentato della forcellla Öhlins e ha pensato di cambiare la molla interna.
Visto che la Hommage è un tributo alle moto sportive del passato, anche la posizione di guida deve essere coerente con questo obiettivo e sono state scelte pedane arretrate Gilles Tooling.

Un ulteriore risparmio di peso è stato ottenuto rimuovendo l'airbox e utilizzando filtri KN specifici, mentre una batteria più compatta è stata posizionata sotto la sella.

La XSR700 Hommage si distingue in ogni minimo particolare e anche gli scarichi sono stati verniciati con il medesimo nero lucido per confondersi con il resto della carrozzeria, vedendo spuntare così solo le estremità.

La special di George Woodman Garage è in vendita, ma i materiali di pregio e, soprattutto, le ore di lavoro artigianale necessarie per arrivare al risultato finale, fanno intendere che il prezzo non sia proprio alla portata di tutti.

Chi è George Woodman

Che poi è il nome del garage di Sébastien Valliergues, designer, carpentiere, architetto, disegnatore d'interni.
Il suo nome è piuttosto adatto alla professione che ha scelto, ma non è quello con cui è nato.

George è arrivato sulla scena del custom con l'idea di introdurre il suo materiale preferito: il legno, ma non solo, per dare vita alla sua personale visione del design motociclistico.

Con sede a Biarritz, il George Woodman Garage crea personalizzazioni come opere d'arte uniche con moto nuove di zecca e in quanto tali sono realizzazzioni controcorrente.

La sua prima personalizzazione, "The Smoking Black Fish" su una FN del 1929 è appena entrata nel famoso "Haas Museum" di Dallas.

Ph. Credits: George Woodman Garage | Jordane Devos