Yamaha sta aggiornando il motore tre cilindri della MT-09 che guadagnerà qualche cavallo di potenza per ridurre le emissioni.

Lavori in corso anche nell'officina Yamaha, dove gli ingegneri sono impegnati per rendere conforme alla normativa Euro 5 il tricilindrico della MT-09.

Ma la naked non è l'unica ad essere aggiornata a Iwata: infatti, sono previsti degli aggiornamenti anche ai modelli che condividono il motore tre cilindri, ovvero la Tracer 900, la XSR900 e la Niken.

Più potenza, meno inquinamento

Dall'1 gennaio 2020 è scattato il nuovo standard europeo Euro 5 sulle emissioni dei motocicli di nuova produzione, mentre per tutti quelli già in produzione, la normativa partirà dall'1 gennaio 2021.

Quindi, nonostante una richiesta dei costruttori per posticipare la sua introduzione, dopo lo stop alla produzione in primavera a causa del lockdown imposto dal coronavirus, tutti gli staff tecnici sono alle prese con gli obbligatori aggiornamenti dei motori dei modelli a listino, la cui vendita è prevista anche nel 2021.

Yamaha al momento è alle prese con l'aggiornamento del motore tre cilindri della MT-09: per soddisfare la normativa Euro 5 e ridurre le emissioni, aumenterà di cilindrata passando dagli attuali 847 cc a 890 cc, con un conseguente incremento di potenza di 4 CV, arrivando così a 118 CV.

Le informazioni arrivano dall'autorità federale tedesca per i trasporti automobilistici che ha pubblicato i risultati dei test sulle emissioni di un modello Yamaha con il codice "MTN890D".

Il codice del modello è nuovo, ma segue la nomenclatura tipica di Yamaha per la sua famiglia MT: l'attuale versione da 847 cc ad esempio, ha il codice MTN850. Quello del bicilindrico MT-07 da 689 è MTN690, mentre per la MT-10 da 998 cc è MTN1000.

Seguendo questa logica, possiamo dedurre che MTN890D si riferisca a un nuovo MT-09, o più specificamente, forse, alla versione 2021 della MT-09 SP, dove la lettera D nel nome in codice si riferisce alla versione SP del modello attuale.

Fotogallery: Yamaha MT-09 SP 2018 EICMA 2017

Nuovi valori

Motore più grande e più potente per inquinare meno: i dati dei test indicano che la MTN890 eroga 88 kW (118 CV) contro valori di emissioni di 366 mg / km di monossido di carbonio (CO), 34 mg / km di idrocarburi incombusti (HC) e 9 mg / km di ossidi di azoto (NOx ), tutti rientranti nei requisiti Euro 5.

Queste cifre si confrontano favorevolmente con il motore da 847 cc che rivendica 85 kW (114 CV), 525 mg / km di CO, 103 mg / km di HC e 40 mg / km di NOx.

L'esatta cilindrata del motore non è ancora confermata, ma si deduce dal nome in codice che sarà di circa 890 cc.

L'aumento della cilindrata è un metodo utilizzato dai produttori per far sì che i loro modelli rientrino nei parametri previsti dalla normativa Euro 5, come hanno fatto altri costruttori, tra i quali Honda Africa Twin CRF1100L, Ducati Multistrada 1260 e BMW R1250 GS.

In genere, una riduzione delle emissioni comporta una diminuzione delle prestazioni, così ì produttori compensano aumentando la cubatura del motore che, pur non essendo sempre necessario, per segmenti più competitivi è molto più facile commercializzare un nuovo motore se offre più potenza rispetto al vecchio.

Altre novità

La MT-09 non è l'unica moto che Yamaha prevede di aggiornare al nuovo standard europeo: al momento possiamo solo confermare la MT-09 ma ci aspettiamo un aggiornamento anche per gli altri modelli che condividono il motore a tre cilindri.

Quindi, per il 2021 attendiamo novità per la touring Tracer 900, la sport heritage XSR900 e la tre ruote Niken.

La Tracer 700 è stata la prima Yamaha ad adottare una versione conforme a Euro 5 del motore da 689 cc della MT-07 e gli aggiornamenti del motore dovrebbero arrivare alla MT-07 e ai suoi derivati, come la XSR700 e la Ténéré 700.

Sarà interessante vedere quali altri cambiamenti Yamaha ha in programma per preparare i suoi modelli e renderli compatibili allo standard Euro 5, prima che questo diventi obbligatorio per tutte le nuove moto entro la fine dell'anno.

Al momento, oltre alla già citata Tracer 700, l'altro modello Yamaha già conforme alla normativa Euro 5 è il maxi scooter TMax (i risultati dei test sulle emissioni tedeschi elencano anche i risultati dei test Euro 5 per la entry level MT-125).
Ci aspettiamo che anche la MT-10, la MT-07 e la Ténéré 700 soddisfino la normativa Euro 5 adottando gli aggiornamenti effettuati.