La BMW R nine T è impegnata nei test su strada per verificare gli aggiornamenti al motore, modificato per renderlo omologabile Euro 5.

L'introduzione dell'Euro 5, il nuovo standard europeo sulle emissioni inquinanti a partire da gennaio 2021 per i modelli già in commercio (per i nuovi modelli invece è in vigore da gennaio 2020), sta portando le case motociclistiche a rivedere i propri modelli già a listino.

Anche BMW si trova a modificare il motore della sua heritage bike, la R nine T, per renderla omologabile alla normativa Euro 5.

Lavori in corso

Tempo di aggiornamenti per la BMW R nine T, per la quale due anni fa era stata comunicata la fine della gamma.

Due muletti sono stati sorpresi in occasione di alcuni test su strada per verificare le modifiche al motore boxer bicilindrico da 1.170 cc, il cui ultimo aggiornamento risale al 2017.

Anche per la heritage bike tedesca il tempo passa, o lo fanno passare le normative, e il suo boxer tra pochi mesi non sarà più a norma Euro 5 e per prolungare il suo ciclo di vita, i tecnici bavaresi sono impegnati nel suo aggiornamento.

Attualmente, il motore eroga una potenza di 110 CV a 7.750 giri e una coppia di 117 Nm a 6.000 giri, valori che verranno alterati, impossibile sapere se verso l'alto o il basso, dopo le modifiche necessarie per renderlo omologabile Euro 5.

Fotogallery: BMW R nineT 2017

Novità estetiche e tecniche

I due muletti ripresi nei test di affidabilità (CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY) montano una nuova unità, nel design e nella tecnica.

Il nuovo aspetto è evidenziato dai coperchi delle teste, con il passaggio del cavo della candela in orizzontale, non più quindi in senso verticale salendo dal basso verso il centro del cilindro.

Una soluzione che potrebbe essere mirata a ridurre la rumorosità meccanica, anche se lo scarico è apparentemente quello previsto al momento sulla R nine T versione Pure.

Altre novità estetiche sono le fiancatine che coprono la scatola filtro, il gruppo ottico con luce diurna a led orizzontale davanti e di dimensioni maggiori dietro.

Per aggiornare il motore e renderlo omologabile Euro 5, l'intervento degli ingegneri BMW è rivolto ai corpi farfallati, per gestire erogazione e cosumi.

Non è escluso che la BMW R nineT possa essere una delle novità che la casa tedesca presenti entro fine anno. Come ancora non si sa, vista l'assenza dei saloni internazionali, da Colonia a Milano. Se tutto va come dovrebbe andare, potremmo vederla allora a gennaio a Verona.