La Suzuki GSX-R1000R Anniversary celebra i 100 anni della casa motociclistica giapponese con la livrea delle MotoGP del Team Ecstar.

Nel suo anno migliore da quanto è tornata in MotoGP, Suzuki festeggia il suo 100° anniversario e per l'occasione veste la sua sportiva con i colori delle moto di Álex Rins e Joan Mir del Team Ecstar.

Moto celebrativa

Suzuki celebra i suoi 100 anni con una versione speciale della sua GSX-R1000R: la maxi sportiva giapponese per l'occasione indossa la livrea delle GSX-RR del Team Ecstar nel mondiale MotoGP, con il tradizionale abbinamento del blu e dell’argento ardesia che omaggia le prime Suzuki da Gran Premio degli Anni 60.

La GSX-R1000R oltre al colore della carena condivide molte altre particolarità della versione da competizione, come il sistema di fasatura variabile delle valvole SR-VVT (Suzuki Racing-Variable Valve Timing) sviluppato grazie all'esperienza in pista.

Questo sistema incrementa sia la coppia che la potenza portandoli rispettivamente di 118 Nm e 202 CV.

La ciclistica è composta dalla forcella Showa BFF, una piastra di sterzo alleggerita e la possibilità di personalizzare l'assetto grazie all’adozione di un’asola nel telaio, in accordo con i regolamenti sportivi internazionali.

La dotazione elettrica è ai massimi livelli con il controllo elettronico della trazione regolabile su 10 livelli, il quickshifter bidirezionale con auto-blipper, il launch control e l’ABS con funzione cornering, che regola il suo intervento in funzione dell’angolo di piega.

Fotogallery: Suzuki GSX-R1000R Anniversary

Un secolo di storia

La Suzuki Motor Corporation è stata fondata nel 1909 a Hamamatsu, dove Michio Suzuki iniziò a costruire telai tessili. Dopo la Prima Guerra Mondiale, l'attività si espanse e nel 1952 iniziò a produrre moto con il lancio della Power Free.

Nel 1954 cambiò la ragione sociale in Suzuki Motor Co. Ltd. e l'anno seguente entrò nel mondo dell’auto con la Suzulight del 1955, mentre il primo motore marino Suzuki arriva invece il decennio successivo, nel 1965.

Tra asfalto e pista le competizione hanno sempre fatto parte del DNA di Suzuki, grazie anche a piloti che ne hanno scritto la storia e Barry Sheene e Kevin Schwantz sono i primi che saltano in mente.

Nella bacheca della casa giapponese ci sono anche 12 titoli nel Mondiale Endurance a squadre, 13 allori nel Campionato AMA Superbike e varie vittorie alla 24 Ore di Le Mans e al Bol d’Or.

Tradizione Gixxer

In 100 annni di storia, Suzuki ha prodotto le moto secondo il suo stile e con soluzioni tecniche all’avanguardia, ma nessuna come la GSX può avere la stessa aurea iconica.

La sua gamma inizia nel 1985 con la GSX-R750F che ha proseguito nel corso del tempo, inaugurando il nuovo secolo con la GSX-R1000 K1 nel 2001.

Al suo fianco altri modelli indimenticabili come la GT750, la GSX1100S Katana e la RGV250, fino alla Hayabusa che nel 1999 sorprese tutti per le sue prestazioni strabilianti.

Tomoki Taniguchi, Vice Presidente di Suzuki Italia e Responsabile della Divisione Moto commenta così il lancio della GSX-R1000R Anniversary: “La gamma GSX-R, e la versione 1000 in particolare, è da tempo la portabandiera delle supersportive, con una storia gloriosa scritta sulle strade e sulle piste di tutto il mondo. Dotare un modello così iconico di una livrea racing ispirata al passato è il modo migliore per celebrare i 100 anni di Suzuki.”.