Le big four mettono da parte la storica rivalità per realizzare una piattaforma di ricarica comune e sviluppare batterie elettriche sostituibili

Le 4 Grandi Sorelle nipponiche si uniscono per un progetto che potrebbe cambiare il futuro della mobilità green.

Honda, Kawasaki, Yamaha e Suzuki hanno iniziato a collaborare ad un progetto comune relativo alla batterie sostituibili, con un primo test previsto a Osaka il prossimo settembre.

Niente campanilismi

L'unione fa la forza e bisogna dimostrare la potenza e la capacità di innovare del Sol Levante, con l'obiettivo comune di sviluppare una serie standardizzata di batterie per moto elettriche.

L'oggetto principale non è una batteria qualsiasi, bensì una molto precisa: la batteria elettrica rimovibile o sostituibile.

Un po' come quella che viene utilizzata per alcune city bike da qualche anno a questa a parte – ovviamente con i dovuti accorgimenti – che si può smontare dalla bicicletta per poterla ricaricare comodamente in casa o in garage.

Mentre la motorizzazione elettrica ha fatto passi da gigante nel settore delle quattro ruote, le moto elettriche sono ancora una nicchia, con pochi modelli in vendita mentre diversi produttori sono ancora alle prese con lo sviluppo del loro primo modello.

Honda, Kawasaki, Yamaha e Suzuki mettono al bando la loro storica rivalità per dare una dimostrazione, su larga scala, di come le moto e gli scooter ad alimentazione elettrica con batteria sostituibile, potrebbero rivoluzionare il trasporto urbano, eliminando le preoccupazioni su autonomia, tempo di ricarica e ricerca di punti di ricarica.

Il consorzio nato tra le big four non è proprio tutto nuovo: infatti è datato aprile 2019, si chiama 'e-Yan Osaka' e ha trovato anche la collaborazione dell'Università di Osaka, dov'è previsto un primo test entro questo mese.

mootre elettrico honda

Base di partenza

Oltre al nome del progetto 'e-Yan Osaka' si sa poco. È presumibile che la piattaforma utilizzata sia quella del sistema “Honda Mobile Power Pack” presentato nel gennaio 2018 al CES di Las Vegas per l'uso sugli scooter elettrici Honda PCX Electric e Benly-e, disponibile per i clienti aziendali in Giappone come parte di una lenta introduzione della tecnologia.

Recentemente Honda ha depositato all'ufficio brevetti i disegni relativi a una naked ad alimentazione elettrica, dotata di un motore elettrico adatto a diversi telai già esistenti, creando una economia di scala davvero vantaggiosa.

Come ha affermato Noriaki Abe, Managing Executive Officer e Head of Motorcycle Business Operations di Honda, il punto di partenza del progetto e-Yan Osaka è stato l'esame delle specifiche comuni delle batterie sostituibili.

Ovviamente le quattro case motociclistiche hanno valutato le problematiche da risolvere, sia interne che esterne, ovvero relative alla diffusione delle moto e degli scooter ad alimetazione elettrica.

L'impegno però è comune e riguarda il miglioramento dell'ambiente, grazie all'utilizzo dei veicoli elettrici nelle aree in cui ognuna delle quattro aziende potrà lavorare.

Il test

Durante il primo test di settembre, le moto elettriche saranno prestate agli studenti e al personale dell'Università di Osaka, con stazioni di cambio batteria allestite nei campus dell'Università e nei negozi di alimentari locali.

In questo modo, grazie alla batteria swappable, una volta arrivati alla stazione di ricarica, si può smontare la batteria scarica dal veicolo per montarne una già carica.

L'idea è quella di dimostrare che sia più veloce, semplice e conveniente sostituire la batteria con una nuova, ogni volta che si esaurisce, invece di cercare di confezionare batterie di grandi dimensioni, pesanti e dall'elevata autonomia e costringere i proprietari a trovare il modo per caricarle a casa o al lavoro.

Il test dovrebbe durare circa un anno, individuando eventuali problemi con le specifiche delle batterie o il funzionamento del sistema.

Il sistema di batterie è progettato per adattarsi a più veicoli, inclusi gli scooter PCX Electric ma anche qualsiasi altro modelli o attrezzo ad alimentazione elettrica, inclusi quad e tosaerba, standardizzando il pacchetto su più marchi.