Nuovi documenti depositati da Qianjiang riguardo la QJMotor SRG750 svelano ulteriori informazioni sulla Benelli TRK 800.

Qianjiang, società madre di Benelli e QJMotor, ha depositato nuovi documenti presso le autorità cinesi riguardo la QJMotor SRG750, modello dedicato al mercato asiatico che anticipa la Benelli TRK 800, destinata invece a quello occidentale.

Le immagini mostrano l'esistenza di due varianti: una stradale e una offroad, con ciclistiche dedicate ai diversi utilizzi.

Le due moto condividono meccanica e ciclistica ma sviluppo e assemblaggio della TRK sono completamente made in Pesaro.

La gemella orientale

Lo è la QJMotor SRG750 della Benelli TRK 800 perché, come ormai documentato da diverso tempo, è evidente come i due modelli condividano gran parte del design.

Dai documenti depositati da Qianjiang è emerso che ci sarebbero due varianti della SRG750 (o forse 'SRB'750 - poiché sono stati usati entrambi i titoli).

Una orientata alla strada con ruote in lega da 17 pollici (120/70 anteriore e 180/55 posteriore) e una off road con ruote a raggi di diametro maggiore e più strette (110/80 R19 anteriore e 150/70 R17 posteriore).

Entrambe le versioni sono accompagnate da specifiche dedicate per sospensioni e freni, oltre a vari optional come le borse rigide.

La QJMotor SRG750 / SRB750 dovrebbe essere presentata entro quest'anno. Ancora nulla di concreto invece per quanto riguarda la Benelli TRK 800, visto che come sappiamo bene tutti i saloni motociclistici sono stati annullati a causa della pandemia.

Doppia versione

La SRG750/SRB750 stradale è dotata di impianto frenante Brembo e forcellone pressofuso, mentre quella più orientata allo sterrato si differenzia per un retrotreno con forcellone tubolare in acciaio.

Ma non è detto che questo tipo di combinazione sia quella definitiva, o l'unica, perché dai documenti ufficiale ci sono più combinazioni di freni e forcelloni: infatti i freni Brembo scompaiono mentre restano le pinze con attacco radiale.

Forse una spiegazione ci può essere e potrebbe essere la possibilità data ai clienti di scegliere l'equipaggiamento più indicato alle proprie esigenze e preferenze.

Fotogallery: QJMotor SRG750 / SRB750: dettagli sulla gemella asiatica della Benelli TRK 800

Più nello specifico

Il motore è lo stesso indipendentemente dalla variante e cioè il bicilindrico parallelo da 754 cc da 80 CV di potenza, lo stesso del Leoncino 800 e della 752S e che l'impianto frenante è dotato di ABS Bosch 9.1MB.

La SRG/SRB 750 ha un peso di 236 kg a vuoto mentre con le valige rigide montate arriva a 2546 kg.

I documenti inoltre indicano una velocità massima di 124 mph, che tradotto sono 200 km/h).
Rispetto alla versione asiatica, immaginiamo che la Benelli TRK 800 si differenzierà per alcuni dettagli e dotazioni, per rispondere alle preferenze del mercato di destinazione.

Puntando a un giusto prezzo la TRK 800 rischia di rivelarsi come l'adventure bike rivelazione nel segmento medio, considerando che la sua versione più piccola, la TRK 502 è la seconda moto più venduta dopo la BMW R 1250 GS ma davanti a rivali di spessore come Ducati Multistrada 950, Honda Africa Twin e Triumph Tiger 900.

L'avvento della più grande TRK 800 potrebbe essere un altro punto di forza per la storica casa pesarese per acquisire una posizione di rilievo nel segmento più importante del mercato.