Kawasaki ha tolto i veli alla sua Versys 250 nel paese asiatico. Se la vedrà con la KTM 390 Adventure e la BMW G 310 GS

Le moto di piccola cilindrata fanno faville in Asia e il mercato delle adventure bike si sta espandendo anche a questo segmento.

Kawasaki ne ha così approfittato per lanciare la Versys 250, novità che sembra destinata ai mercati in crescita del sud-est asiatico, ma che potrebbe avere un destino anche nei lidi occidentali.

Mercato nutrito

La Kawasaki Versys 250 si inserisce in questo segmento di mercato dove giocano un ruolo da protagoniste alcune concorrenti come KTM 390 Adventure, BMW G 310 GS e Yamaha XTZ 250
Ténéré
.

In listino la Kawasaki ha già la Versys X 300 dalla quale prende il look da avventuriera insieme alle altre caratteristiche come sospensioni a lunga escursione, manubrio largo e sella bassa per garantire maggior controllo e maneggevolezza.

Fotogallery: Kawasaki Versys 250

La moto

La Versys 250 è rivolta al mercato indonesiano e in altri asiatici dove la Versys X 300 non è disponibile (per esempio in India, dove le vendite della Versys-X 300 sono state sospese dopo l'inasprimento delle normative sulle emissioni con lo standard BS6) e saprà ritagliarsi i suoi spazi e trovare i suoi estimatori, grazie anche all'esperienza della casa giapponese in questo segmento.

Il motore è un bicilindrico di 250 cc che eroga una potenza di 34 CV, quel tanto che basta per affrontare la maggior parte delle strade di campagna e persino alcune autostrade.

Come tutte le adventure bike che si rispettino, anche per la Versys 250 ha a disposizione un set di valige per caricare con tutto il necessario per il viaggio e le barra proteggi urti nell'inopinato caso di caduta.