Con il ricavato verranno acquistati strumenti diagnostici per la riabilitazione post Covid-19 da donare all'Ospedale S. Orsola.

#raceagainstCovid è la raccolta fondi internazionale organizzata dal consiglio di amministrazione e dai dipendenti Ducati, che ha riscosso successo a livello internazionale, raccogliendo oltre 170.000 euro di donazioni in tutto il mondo.

L'importo raccolto è stato raddoppiato dall’azienda bolognese e ha anche coinvolto i piloti e tutta la community ducatista.

Raccolta fondi per l'Ospedale S. Orsola

Un buon risultato in due mesi, per finanziare i programmi di riabilitazione sviluppati dal Policlinico di S.Orsola di Bologna per i pazienti in convalescenza dopo l’infezione da Covid-19.

#raceagainstcovid ha coinvolto la totalità del mondo Ducati, dai membri del CdA ai dipendi di Borgo Panigale e delle filiali in giro per il mondo e ha incluso anche piloti e team Ducati Corse.

Infine sono arrivate donazioni da parte dei Ducati Owner Clubs, concessionari, fornitori, partner e appassionati. Tutto il mondo ducatista è stato coinvolto, o ha voluto farsi coinvolgere, da questa iniziativa benefica.

Una speciale Mona Lisa

A contribuire a questo risultato anche un artista francese, Jisbar, che ha realizzato una sua speciale interpretazione della Mona Lisa in chiave pop-art, intitolata “Ducati Mona Lisa”.

L'opera è stata recentemente battuta all’asta da Cambi Casa d’Aste alla cifra 5.500 euro, che si è aggiunta al ricavato totale.

#RaceAgainstCOVID raccolta fondiDucati

Oltre la pandemia

Si è parlato tantissimo di coronavirus ma non del post malattia, che lascia diverse conseguenze a chi ha è riuscito a superarla.

L'importo raccolto grazie a #raceagainstCovid è destinato all'Ospedale Policlinico di S. Orsola di Bologna, per l'acquisto della strumentazione medica specifica per le terapie riabilitative dei pazienti che ora devono affrontare il recupero dall'infezione.

Particolare attenzione verrà data alle tecnologie ad ultrasuoni, per eseguire esami non invasivi o dannosi per il paziente: si tratta di un ecografo internistico, un ecografo cardiologico e sei ecografi con sonda wireless.

Ducati dimostra quanto sia forte il legame con il suo territorio di appartenenza, rappresentato a livello internazionale dalla nota Motor Valley a due e quattro ruote, ma anche dalle strutture mediche d’eccellenza: la Regione Emilia-Romagna è stata infatti Hub nazionale per il trattamento del Covid-19.

E anche i Ducatisti di ogni parte del mondo sono molto legati a questa terra che, da sempre, ospita la fabbrica dove le Rosse di Borgo Panigale nascono, e anche in questa occasione lo hanno dimostrato.

Fotogallery: #RaceAgainstCOVID, raccolta fondi Ducati per il Policlinico di Bologna