La nuova Honda CRF450R ha un nuovo telaio e un nuovo forcellone per essere ancora più competitiva e difendere il titollo mondiale MXGP.

Gli aggiornamenti per la moto da cross della Honda derivano dall'esperienza nel mondiale MXGP 2019, vinto proprio dal Team HRC con Tim Gajser in sella alla CRF450RW.

Le novità ciclistiche hanno permesso di ridurre il peso e migliorare la dinamica di guida in curva. I nuovi condotti di aspirazione e di scarico, il nuovo sistema di decompressione e il silenziatore singolo migliorano la guidabilità ai bassi e medi regimi.

La frizione con comando idraulico è più resistente e assicura un miglior controllo e una minor pressione sulla leva.

La regina del mondiale MXGP

Come avevamo anticipato, i tecnici Honda hanno sottoposto la vincitrice del mondiale MXGP 2019 a un lifting tecnico e ciclistico per renderla ancora più performante e per difendere il titolo da una concorrenza sempre più agguerrita.

Così come accade quando una casa è impegnata nelle competizioni, l'esperienza acquisita nelle piste viene sfruttata per migliorare le prestazioni dei modelli di serie: ecco quindi un motore migliorato, una nuova ciclistica e una frizione ottimizzata a tutto vantaggio anche della guidabilità e maneggevolezza.

Per il 2021, la moto da cross più apprezzata d'Europa si rinnova per garantire ai propri piloti, appassionati, amatori o professionisti che siano, un controllo totale e la possibilità di sfruttare al meglio le proprie capacità su ogni terreno.

Una nuova veste grafica completamente rossa fa infine da complemento perfetto alle linee più incisive della CRF450R 2021.

Nuovo telaio

Gli aggiornamenti apportati alla versione 2021 della CRF450R sono tutti elementi finalizzati a conseguire prestazioni ottimali in curva, oltre a una generale maneggevolezza e guidabilità.

La moto da cross campione del mondo MXGP è più leggera di 2 kg grazie a una ciclistica completamente rivista.

L'esperienza nel mondiale cross ha permesso di ridurre l'affaticamento del pilota, consentendo così agli appassionati di registrare sempre tempi ottimali sul giro, a prescindere dal loro grado di abilità ma soprattutto di divertirsi di più. Il telaio è stato ridisegnato, ristretto e alleggerito di 320 grammi, per un totale di 910 grammi.

Per aumentare la velocità in curva, la trazione e la precisione dello sterzo, i tecnici Honda hanno effettuato una serie di modifiche: hanno ridotto la rigidità laterale del 20% mentre quella torsionale è rimasta invariata; la rigidità del forcellone in alluminio ha un nuovo bilanciamento per adattarsi al nuovo telaio, con bracci e punti di ancoraggio più stretti; la forcella (sviluppata partendo dall'unità Showa ufficiale utilizzata dai team Honda impegnati nel campionato giapponese) ha una diversa taratura ed è stata aumentata l'escursione di 5 mm per un totale di 310 mm mentre le piastre superiore e inferiore sono state riviste e i piedini irrigiditi.

La sella è stata accorciata e alleggerita, abbassata di 10 mm nella parte posteriore per offrire al pilota una maggiore libertà di movimento.

La nuova moto è più stretta di 70 mm (50 mm sul lato sinistro, 20 mm sul lato di scarico), grazie anche ai componenti in plastica più sottili e alla rimozione del coperchio del serbatoio.

Il serbatoio carburante in titanio ha una capacità di 6,3 litri e, con il pieno, la Honda CF450R pesa 110,6 kg, 2 kg in meno rispetto al modello precedente.

Honda CRF450R 2021
Honda CRF450R 2021

Il nuovo motore

Dopo le modifiche apportate nel 2019 che hanno aumentato potenza e coppia e le ottimizzazioni del 2020, la versione 2021 ottiene alcuni aggiornamenti provenienti direttamente dalla CRF450RW HRC vincitrice del campionato mondiale MXGP 2019, con attenzone alla guidabilità ai regimi medio-bassi e alla riduzione di peso, con un ulteriore miglioramento delle prestazioni in curva.

Oltre i 5.000 giri la potenza aumenta di 0,8 CV e da una sensazione di coppia più forte ai bassi regimi, grazie all'aumento delle dimensioni dell'air box di 1,8 litri per arrivare ai 4,1 litri sul lato "pulito".

Il corpo farfallato riprogettato è ora più leggero e ottimizza l'aspirazione, grazie anche all'inclinazione dell'iniettore che rispruzza indietroil flusso turbolento del carburante fino al corpo farfallato al fine di migliorare l'efficienza dell'aspirazione, il raffreddamento e per incrementare notevolmente la sensibilità dell'acceleratore.

L'impianto di scarico è tutto nuovo, di forma ovale con un singolo collettore e più leggero di 1,24 kg e dotato di due risuonatori che riducono la rumorosità aumentando al contempo la potenza.

La frizione idrualica deriva da quella della moto di Gajser, che ne migliora l'utilizzo anche in condizioni difficili riducendo la pressione sulla leva.

In generale, sono stati ridotti anche il numero dei bulloni per alleggerire ulteriormente la CRF450R.

L'elettronica

In una moto da competizione il fattore umano è importante ma se viene supportato dalla tecnologia e dall'elettronica è tanto meglio.
La dotazione della Honda CRF450R comprende il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) con 3 modalità di guida, più OFF e il pulsante integrato negli interruttori sul blocchetto sinistro; il sistema launch control HRC con 3 opzioni di partenza; il pulsante di selezione modalità motore (EMSB) con 3 mappe per regolare l'erogazione della potenza e infine l’ HRC setting too, aggiornato in funzione delle modifiche alle modalità di guida “aggressive” e “smooth”.

Fotogallery: Honda CRF450R 2021