Circolano online i disegni del brevetto del concept presentato l'anno scorso. Non cambia molto e potremmo vederlo l'anno prossimo.

La prima moto elettrica del costruttore taiwanese, presentata in anteprima mondiale a EICMA 2019, aveva colpito per il design e le prestazioni da sportiva, più che da naked.

Come si vede dai disegni depositati all'ufficio brevetti, non ci sono profonde modifiche rispetto al concept. La versione definitiva dovrebbe essere presentata entro fine anno per arrivare sul mercato nel 2021.

Concorrenza elettrica

La Kymco Revonex si avvia a salire sulla catena di montaggio. In rete sono spuntati i disegni del brevetto che mostrano leggere modifiche rispetto al concept.

La naked a emissioni zero svelata a EICMA aveva colpito per lo stile manga aggressivo e a nostro parere non aveva ottenuto l'attenzione che avrebbe meritato, al pari di altre moto elettriche.

È il modello che segna il debutto di Kymco nel mercato delle moto ecologiche mettendosi in concorrenza con Energica, Zero Motorcycles e Damon Hypersport.

Le sue prestazioni dovrebbero attrarre i motociclisti nativi elettrici ma anche quelli cresciuti col profumo degli ottani e il sound rombante dei cilindri.

La moto elettrica con il sound di una a benzina

Kymco ha deposito il brevetto (pubblicato da BikeSocial) della sua elettrica e questo è una ulteriore conferma di quanto affermato l'anno scorso a Milano da Allen Ko, presidente dell'azienda: “La Revonex sarà disponibile nel 2021”.

La moto elettrica è stata annunciata con numeri interessanti, quelli delle prestazioni: uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,9”, una velocità massima di 205 km/h che raggiunge in 11,8”, un cambio a 6 marce che volendo può trasformarsi in uno automatico senza frizione, che permette di usarla come uno scooter e autolimitare la velocità massima a 115 km/h innestando la seconda marcia.

I dati che ancora non si conoscono sono quelli relativi alla capacità della batteria, i suoi tempi di ricarica, la potenza, il peso e l'autonomia.

Quattro i riding mode presenti grazie al sistema Adaptive Machine Personality, che offrono quattro sound differenti generati su frequenze differenti: dalla più pacata mappa per la città fino a quella più sportiva.

Oltre ad essere un punto distintivo rispetto alle altre moto elettrice, per i motociclisti abituati alle marce convenzionali, il rumore ha lo scopo di fornire un indicatore udibile del numero di giri e del carico sul motore in modo da sapere quando cambiare marcia.

Questo aspetto acustico potrebbe essere la spiegazione del più grande cambiamento visibile su questi nuovi disegni di brevetto: l'enorme e avvolgente paracatena.

Kymco Revonex disegni

La soluzione a catena e altre caratteristiche

Di solito le moto elettriche sono dotate di trasmissione a cinghia, come i modelli Zero e la Harley-Davidson LiveWire. Kymco potrebbe aver scelto questa soluzione perché, a differenza della maggior parte delle moto elettriche, deve far fronte ai cambi di marcia e l'insolita protezione della catena potrebbe benissimo essere un tentativo di smorzare il rumore che produce.

Le altre modifiche visibili sui disegni includono un nuovo coprisedile per il passeggero che non era presente sul concept, un cavalletto laterale ridisegnato e modifiche alla sospensione posteriore.

All'anteriore, le pinze dei freni Brembo hanno un design diverso che ha richiesto anche un'altra pompa del freno.

Dai disegni si vedono anche nuove prese d'aria dietro la ruota anteriore, rispetto alle lamelle che occupavano lo spazio del radiatore nelle moto tradizionali.

Nuovi anche i cerchi che passano da cinque a sette razze.

Senza la vernice alcuni dettagli sono più visibili, come per esempio lo sportellino sotto la sella, nel lato destro, dove probabilmente è stata collocata la porta di ricarica.

Quando la vedremo

Cancellati tutti i saloni internazionali, da Colonia, Milano fino a Edimburgo, la presentazione dalla Kymco Revonex, come per molti altri modelli, resta una incognita. Potrebbe esserci un evento virtuale capace di attrarre un pubblico potenziale molto più grande. Aspettiamo notizie prima della fine dell'anno.

Fotogallery: Kymco Revonex 2021