Addio al classico telaio che ha reso iconica la naked bolognese da oltre un quarto di secolo, ma la versione 2021 trova anche altre modifiche

Nel 2021 ci saranno alcune new-entry particolarmente gradite in casa Ducati: dopo aver praticamente ultimato la versione di serie della Multistrada V4, il marchio bolognese si concentra su un altro best-seller: la Monster.

Le novità

Dalle foto-spia pubblicate dai nostri colleghi di RideApart (per vedere la gallery clicca qui), la più grande rivoluzione che la prossima Ducati Monster porterà con sé sarà l’abbandono del telaio a traliccio, elemento ormai identificativo della nuda di Borgo Panigale.

Dagli scatti si vede chiaramente un’inedita struttura in alluminio ancorata alla parte anteriore del motore bicilindrico. Un telaio simile a quello che porta in dote la Panigale V2.

Un indizio che fa pensare che il Superquadro da 955 cc troverà posto sulla nuova Monster, come indica anche lo scarico. Nuovo anche il forcellone bibraccio, ora sdoppiato.

L’ammiraglia

Difficile però pensare che Ducati rinunci ad avere una versione “maxi” della Monster. Possibile pensare quindi che al vaglio degli ingegneri ci sia la possibilità di portare il bicilindrico 1260 DVT all’interno della famiglia, o addirittura sfruttare il lavoro fatto su Streetfighter V4 e Multistrada V4 per dotare la naked di un quattro cilindri.

E se invece…

Le foto-spia hanno dato subito di capire che l’esemplare dei collaudi fosse una Monster. E se invece si trattasse della tanto chiacchierata Streetfighter V2 opportunamente camuffata? La struttura inedita ci spinge a non escludere questa ipotesi.