Grazie alla batteria elettrica bidirezionale da 21 kW, la Hypersport può alimentare una casa per circa 48 ore in caso di blackout

Damon Motorcycle è la start-up canadese che al CES 2020 ha presentato la Hypersport, una moto elettrica sportiva ricca di tecnologie innovative.

L'azienda è ancora in fase embrionale, ma intanto l'amministratore delegato Jay Giraud a affermato che la moto può trasformarsi in un generatore di energia elettrica in caso di necessità.

Elettrica con prestazioni iper-sportive

Damon Motorcycles (o, più semplicemente, Damon) è la start-up canadese con base a Vancouver che a inizio anno, in occasione del CES di Las Vegas, ha sorpreso tutti svelando in anteprima mondialela Damon Hypersport.

Si tratta del primo modello dell'azienda canadese ed è una moto elettrica dall'aspetto sportivo e molto moderno, definita dalla stessa società come la più intelligente, la più sicura e la più connessa al mondo.

Infatti, oltre alle emissioni zero, alla potenza di 200 CV, a una velocità massima dichiarata di 320 km/h, a una accelerazione 0-100 all'ora in neanche 3 secondi e a una autonomia dai 320 ai 500 km a seconda dell'utilizzo, la Damon Hypersport è stata sviluppata per rispondere alle diverse richieste, sia del suo pilota che dell'ambiente circostante.

Moto intelligente

La Hypersport è intelligente perché ha un assetto variabile a seconda dalle condizioni di utilizzo, passando da guida in città (Commuter Mode) a guida più sportiva (Sport Mode) premendo un pulsante.

La triangolazione sella-pedane-manubrio ma anche l'assetto della forcella cambiano, adeguandosi così al contesto nel quale si trova.

Per la guida in città il pilota avrà una posizione di guida più eretta, mentre in caso di guida sportiva allora sarà più caricata sull'avantreno.

Sicura e connessa

La Damon Hypersport è la moto più sicura e connessa al mondo perché sfrutta una caratteristica per il momento ancora unica: quella di poter contare sulla funzione “Co-Pilot”.

È un sistema di sicurezza basato su radar e telecamere a 360° capace di vedere tutto quello che sfugge al pilota, fino a 64 soggetti in movimento attorno, davanti, a lato e dietro alla moto.

In caso di situazione pericolosa, avverte il pilota tramite segnali luminosi e vibrazioni al manubrio.

Un sistema intelligente e in costante miglioramento, grazie alla possibilità di integrare una scheda 4G che registra i comportamenti di Co-Pilot inviandoli ad un cloud che, grazie ad una centralina avanzata, elabora i dati per migliorare prestazioni e la resa della piattaforma.

Damon Hypersport

La batteria "salva vita"

Un'altra particolarità di questa moto elettrica è la possibilità di sfruttare la sua carica elettrica.

Avete capito bene: la Damon Hypersport funge anche da generatore, per esempio nel caso di blackout e doveste aver bisogno di una fonte di energia.

Lo ha dichiarato l'amministratore delegato di Damon, Jay Giroud, fondatore della start-up canadese insieme a Dom Kwong, in una intervista concessa ai colleghi di RideApart.

La Hypersport infatti è dotata della funzionalità di backup V2H ovvero Vehicle To Home, da veicolo a casa. Quindi, oltre a modificare il suo assetto e a monitorare attivamente l'ambiente, questa moto elettrica è anche capace di funzionare come generatore. Che altro?

Significa che grazie alla batteria bidirezionale da 21 kW, si può variare la carica permettendo la fornitura di energia per alimentare altri apparati elettrici per un massimo di due giorni.

In sostanza, in caso di un blackout prolungato, se la moto è carica si può sfruttare come generatore.

È stato stimato dalla US Energy Information Administration (EIA) un consumo medio di energia domestica di circa 30 kWh al giorno: bene, significa che la Damon Hypersport potrebbe fornire circa i due terzi dell'energia di un giorno a una famiglia americana media.

Immaginate quanto possa essere utile e bello avere anche una piccola quantità di elettricità di scorta immagazzinata sul posto durante i periodi di emergenza.

Versioni e prezzi

Sono due le versioni previste per la Damon Hypersport: la HS e la Premiere (introdotta a marzo 2020). La prima con livrea gialla, ha un prezzo di 24.995 dollari.

La seconda, si distingue per l'allestimento più sofisticato, con sospensioni Öhlins, impianto frenante Brembo e forcellone monobraccio in carbonio, ha due colorazioni (Midnight Sun e Arctic Sun). È in edizione limitata e costa 39.995 dollari.

I prezzi sono suscettibili di variazioni a seconda degli incentivi previsti dai diversi Stati americani.

Fotogallery: Damon Hypersport

Già molte prenotazioni, alla conquista dell'Europa

Il successo della Hypersport è notevole: nonostante la pandemia da Covid-19, l'azienda riceve ancora in media da due a tre nuovi ordini al giorno.

Il numero di prenotazioni è più che raddoppiato e continua a crescere ogni giorno e se il ritmo non diminuirà, Jay Giraud prevede che il portafoglio ordini supererà le 1.000 prenotazioni entro la fine dell'anno.

Interesse facilitato dalla possibilità di prenotare la moto con una cauzione di soli 100 dollari, per altro completamente risarcibili in caso di mancato acquisto.

Ora il business plan pensato da Giraud e Kwong punta il mirino sull'Europa: obiettivo, sbarcare sul mercato del vecchio continente. Dopo Zero Motorcycle, un altro concorrente per Energica.