Young Machine lancia lo scoop su una possibile piccola supersportiva a 4 cilindri della Casa dell’Ala. Ecco perché potrebbe diventare realtà

I colleghi giapponesi di Young Machine hanno deciso di dedicarle la prossima copertina dell’edizione cartacea, e credono fortemente che per questa piccola supersportiva quadricilindrica ci possa essere un roseo futuro.

Stiamo parlando della Honda CBR400RR, possibile futura ammiraglia della Casa dell'Ala nella new-wave delle piccole carenate a 4 cilindri.

Gli indizi

Il render dei colleghi nipponici è nato in considerazione ad alcuni dettagli. Il primo che Honda ha tutto l’interesse a seguire il trend lanciato da Kawasaki con la ZX-25R e quindi ad ampliare la sua gamma di piccole supersportive, affiancando una sorella maggiore alla CBR250RR.

La Casa dell’Ala partirebbe poi già da uno stato avanzato, visto che nella gamma ha un motore da 400 cc e quattro cilindri che deve aggiornare per adeguarsi alle normative antinquinamento.

Il terzo indizio, in considerazione dei due precedenti, è puramente economico: i mercati asiatici sono in forte espansione e creare un modello sportivo a buon mercato potrebbe essere la mossa giusta per ribadire la leadership del marchio di Tokyo.

Il motore

Il propulsore che potrebbe trovare la Honda CBR400RR è quello in dotazione alla CB 400 Super Four, in vendita sui mercati asiatici e recentemente rinnovata.

Si tratta di un quattro cilindri in linea Hyper V-Tec da 399 cc, bialbero raffreddato a liquido capace di erogare 56 CV a 11.000 giri.

Non avrà l’arco di erogazione della ZX-25R, ma sono numeri di tutto rispetto, che verrebbero accoppiati, secondo Young Machine alla stessa impostazione ciclistica della CBR650R.

Vedremo se anche questa volta i maghi dello scoop del Sol Levante ci avranno preso.