Honda ha depositato i brevetti della prossima ammiraglia cross di Tokyo. Scarico singolo e frizione idraulica le principali novità

Honda lavora per rimanere un punto di riferimento anche in ambito off-road, e recentemente ha depositato i disegni della prossima CRF450R all’Ufficio apposito della Nuova Zelanda.

Dai file di progetto, che potrebbero variare in qualche dettaglio nella versione europea, si nota come la futura ammiraglia della gamma cross di Honda conservi molto del recente passato, ma porti anche importanti novità.

Cosa cambia

L’estetica e le plastiche rimangono sostanzialmente invariate rispetto all’ultimo modello, ma i cambiamenti tecnici sono evidenti: il doppio scarico lascia il posto ad un finale singolo, con andamento rettilineo.

Una novità che significa risparmio di peso rispetto al doppio terminale, anche se dai brevetti si notano le dimensioni importanti dell’elemento.

Il telaio rimane in alluminio, ma ha travi perimetrali più lunghe, che si uniscono alle piastre di rinforzo di dimensioni minori rispetto alla versione 2017.

I primi test

Il prototipo della Honda CRF450R 2021 è stato intercettato agli Internazionali d’Italia di Motocross nella tappa di Riola Sardo.

La moto, affidata allo sloveno Tim Gajser, ha svelato ulteriori dettagli: come l’arrivo della frizione idraulica, che però era montata anche sul prototipo dello scorso anno, non trovando comunque posto nell’aggiornamento del modello 2019.

Honda CRF450R 2021
Honda CRF450R 2021

Inedita anche la scatola nera sul corpo farfallato, che potrebbe essere una centralina di gestione dell’iniezione elettronica, ma anche altro, come l’alloggiamento della batteria (precedentemente posizionata sotto la sella) o il comando Ride by Wire.

In ogni caso, se il prototipo detterà la linea per il modello di serie, come sembra dai brevetti, il 2021 sarà un anno epocale per Honda: quello che segnerà l'abbandono del doppio scarico.

Fotogallery: Honda CRF450R 2021