L’Unione Europea lancia Reopen Europe, un portale utile a tutti coloro che stanno pianificando viaggi all’estero, anche in moto

Con la Fase 3 e l’alleggerimento delle restrizioni dovute alla pandemia la voglia di tornare a macinare chilometri per i motociclisti è aumentata, ma nonostante non ci siano più limiti di spostamento all’interno del territorio nazionale, i motoviaggiatori incalliti potrebbero trovare qualche ostacolo in più per organizzare le proprie vacanze su due ruote.

Il 15 giugno infatti sono state riaperte le frontiere verso gli altri stati dell’Unione Europea, ma le regole per il transito e il soggiorno cambiano di nazione in nazione, e farsi trovare impreparati rischia di mettere a repentaglio l’intera vacanza. Per questo la UE ha lanciato il portale Reopen Europe.

Che cos’è

Reopen Europe è un sito web messo a disposizione dall’Unione Europea e consultabile in 24 lingue, che nasce per tenere traccia di tutti gli aggiornamenti relativi a limitazioni e norme di comportamento all’interno dei singoli stati del continente.

Uno strumento utile nato per mettere i viaggiatori nelle condizioni di conoscere i singoli dettagli e le restrizioni dei Paesi che visiteranno durante le proprie vacanze, per non rischiare brutte sorprese all’ingresso o di incorrere in sanzioni per eventuali comportamenti vietati.

Come funziona

Reopen Europe permette di selezionare uno o più paesi di destinazione per conoscere i requisiti di accesso, le regole di transito, le condizioni di quarantena e le prescrizioni sanitarie.

Viene permesso in questo modo ai motociclisti e non solo (visto che ci sono indicazioni anche per chi viaggia in auto, autobus, treni, aerei e navi) di pianificare la trasferta in sicurezza, potendo contare su informazioni costantemente aggiornate e diramate da una fonte ufficiale.

Uno strumento utile, da aggiungere alla lista delle cose da controllare prima di partire.
Per saperne di più basta andare su: reopen.europa.eu/it