Individuato dalla polizia locale, lo scooterista ha ricevuto la sospensione della patente, 560 euro di multa e la decurtazione di 6 punti

Sfrecciare a più del doppio della velocità consentita e senza mani in un tratto urbano alle porte di una delle città più trafficate (e pericolose) d’Europa è già di per sé un gesto condannabile, farlo passando ben in vista sotto un autovelox denota anche parecchia ingenuità, o una dose di meritatissima sfortuna.

Il protagonista della vicenda è uno scooterista che ha deciso di percorrere la Via Appia, all’interno del comune di Ciampino, a 127 km/h senza mani, con le braccia allargate a mò di aeroplano, forse eccitato dalla vicinanza con uno dei due scali aeroportuali romani.

Una bravata che è costata la sospensione della patente, 560 euro di multa e la decurtazione di 6 punti, visto che l’eccentrico centauro è stato immediatamente rintracciato dal comando di Polizia Locale.

La vicenda

Il protagonista, come scoperto dai vigili, è un 40enne di Fonte Nuova, che attraversava il tratto di Via Appia del comune di Ciampino per dirigersi verso Albano.

Quello che lo scooterista forse non sapeva è che sul tratto di strada che stava percorrendo è ormai da tempo presente un dispositivo fisso Velocar Targa System, visto il limite di 50 km/h imposto e la vicina presenza di un incrocio con attraversamento pedonale e senza semaforo.

L’avviso

La Polizia Locale di Ciampino ha usato la bravata come occasione per ribadire la necessità di rispettare i limiti e le regole della strada.

Dopo aver pubblicato sul proprio sito web la foto del volo d’angelo del 40enne ha sottolineato attraverso le parole del comandante Roberto Antonelli che “nessuna deroga è prevista in materia di regole del Codice della Strada, che devono essere sempre e comunque rispettate a tutela della propria ed altrui incolumità”.