La Casa Inglese lancia nuovi servizi di manutenzione declinate sulle esigenze del cliente: Urban, Traveller e Globetrotter

Triumph riparte per la Fase 2 dando la possibilità ai propri clienti di contare su un servizio di assistenza fatto su misura, e dopo l’estensione della garanzia di 2 anni lanciata qualche mese fa introduce i pacchetti Take Care, che permettono ai motociclisti di personalizzare l’assistenza a seconda della tipologia di rider.

I pacchetti

Triumph Take Care si compone di 3 pacchetti divisi per percorrenza chilometrica.

Urban è dedicato a chi ha una percorrenza in moto ridotta, ovvero inferiore a 10.000 km o a 16.000 km in 30 mesi, e nel pacchetto sono inclusi il primo tagliando e due tagliandi annuali.

Traveller è invece l’assistenza per chi percorre 10.000 km l’anno o 16.000 in 30 mesi e prevede l primo tagliando, un tagliando annuale e un tagliando a scadenza chilometrica come dal piano di manutenzione previsto da Triumph.

Globetrotter è pensata invece per i grandi viaggiatori, che usano la moto per 20.000 km l’anno o 32.000 km in due anni e 6 mesi, e include il primo tagliando e i due tagliandi a scadenza chilometrica.
Le scadenze chilometriche sono naturalmente determinate dal piano di assistenza previsto per ogni modello.

I vantaggi

L’adesione a Triumph Take Care permetterà ai clienti di avere un vantaggio economico per l’acquisto di ricambi soggetti ad usura non previsti dal piano di manutenzione (es. pastiglie o dischi freno).

Inoltre, ogni pacchetto può essere integrato nel programma di finanziamento sottoscritto nel momento dell’acquisto della moto nuova e, in caso di vendita del mezzo, la copertura eventualmente residua può essere trasferita al nuovo proprietario, di fatto sostenendo il valore residuo della motocicletta.