Il marchio cinese sfrutta la lunga partnership con KTM e il bicilindrico delle 1290 per esordire nelle grandi cilindrate

Continua la collaborazione tra KTM e il colosso cinese Zhejiang Chunfeng Power Co., proprietario del marchio CFMoto.

Il gruppo asiatico infatti già produce le KTM 125, 200 e 390 destinate al mercato locale e mesi fa avevamo notato come la Casa Cinese stesse sviluppando un modello adventure sulla base della KTM 790 Adventure e dal prossimo anno la produzione delle medie austriache si trasferirà proprio negli stabilimenti di Hangzhou.

Ora CFMoto ha fatto esordire, come futura moto in forza alla Polizia, un altro modello: la CF1250J, una tourer stradale alimentata dal V2 delle KTM 1290.

La moto

CFMoto ha infatti acquistato tempo fa una licenza per la produzione del V2 LC8 di KTM e il primo modello a usufruire del bicilindrico che muove le maxi di Mattighofen è la CF1250J.

Una turistica che si ispira fortemente alle linee della BMW R 1250 RT e che riformula le cifre del V2 KTM: il motore infatti non arriva ai 1.301 cc delle ammiraglie austriache, ma si ferma a 1.279 cc con una potenza di 140 CV.

La ciclistica vede due ruote da 17” con pneumatici delle misure 120/70 e 190/55, mentre il peso è di 297 kg (per la moto allestita per la Polizia) con velocità massima di 240 km/h.

Il pacchetto tecnologico si dovrebbe comporre delle stesse caratteristiche in dote alle 1290 di KTM, incluso il display TFT che è stato immortalato negli scatti rubati dai colleghi di BikeSocial.

cfmoto cf1250j
cfmoto cf1250j

Dalla polizia al mercato

La fornitura di mezzi per le forze dell’ordine in Cina rappresenta una commessa importante anche per un’azienda capace di produrre oltre 50.000 veicoli in un anno.

Se l’approdo nei garage dei poliziotti cinesi è un preludio sicuro al debutto sul mercato sappiamo già che la sua avversaria più accreditata sarà la Benelli GT 1200, la tricilindrica che con logo Benelli o sotto il nome QJ dovrebbe presto esordire sui mercati asiatici e non solo.