Il campione in carica della Superbike sembra annoiarsi durante il lockdown, e l’astinenza da gare e podi sembra farsi sentire

Il Coronavirus tiene ai box i piloti di MotoGP e WSBK, ma c’è chi a stare fermo non ce la fa proprio, come Jonathan Rea, che ha deciso di ironizzare sul lockdown dovuto al Covid-19 con un video che sintetizza perfettamente la sua voglia di tornare in sella.

Campione in casa

Il campione in carica della Superbike è tornato in patria, l’Irlanda del Nord, per passare la quarantena con la sua famiglia, e ha deciso, in collaborazione con Monster Energy, di mostrare come passa la sua giornata.

Pit-bike in garage, una casa abbastanza grande e una panchina sono gli ingredienti del GP domestico di Rea, che tra un passaggio in cucina e una chicane accanto alla sua Kawasaki ZX-10RR si fa incoronare campione da uno dei suoi figli in giardino.

L’impazienza di riconfermarsi

Anche in una recente intervista Rea ha confessato di essersi attrezzato per rimanere nella forma migliore in attesa della ripartenza.

“Se rimango seduto troppo a lungo, faccio fatica mentalmente. Focalizzo tutta l’attenzione tra allenamento, bambini e giardinaggio. Non in quell’ordine ovviamente“.

Naturalmente c’è tanto spazio anche per il tempo libero. “Sono in contatto quotidianamente con i miei meccanici su WhatsApp e il management si sta preparando per farsi trovare pronto qualora le gare inizino in qualsiasi momento. Sono in costante contatto con gli organizzatori per conoscere le possibili modifiche del calendario“.