“Click. Deliver. Ride” è l’iniziativa che permette di acquistare la moto da casa e averla a domicilio. E’ attiva solo negli USA

Indian Motorcycle segue l’esempio di Tesla, che per prima aveva aperto al “take away” automobilistico inaugurando un servizio di consegna a domicilio dell’auto nuova.

Il Coronavirus ha infatti stravolto le abitudini di tutti, e messo in ginocchio il mercato mondiale in tutti i settori, compreso naturalmente quello motociclistico.

La soluzione di Indian Motorcycle è quindi semplice, e l’unica possibile: portare la moto a casa dell’acquirente.

Come funziona

Click. Deliver. Ride di Indian permette di scegliere la moto e configurarla secondo i propri desideri online o al telefono restando a casa, per poi aspettare, dopo aver fissato l’appuntamento, che la consegna del mezzo nuovo di zecca avvenga seguendo tutte le opportune regole di distanziamento sociale che il periodo richiede.

Peccato però che il servizio sia attivo solo negli Stati Uniti d’America, mercato dove Indian ha le vendite maggiori.

E in Italia?

Altri marchi si sono attivati per cercare di sopperire alla chiusura obbligata dei concessionari, senza però arrivare a tanto. Ducati e Suzuki infatti propongono un servizio di vendita telefonica, senza però poter assicurare la consegna a casa.

Una differenza di “customer caring” giustificata pienamente dal fatto che in Italia gli spostamenti sono ridotti all’osso, e finché la morsa dell’emergenza sanitaria non si allenterà la moto resterà in garage, se non per gli spostamenti necessari, a differenza degli Stati Uniti, che seppur colpiti maggiormente dal virus stanno adottando restrizioni diverse da Stato a Stato.