L’azienda svizzera, leader nella produzione di lubrificanti, converte lo stabilimento per combattere l’emergenza sanitaria

L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha toccato in maniera significativa anche il motociclismo mondiale: linee produttive ferme, eventi annullati, campionati rimandati hanno dato il via a quella che purtroppo si sta sempre più delineando come una profonda crisi.

Nonostante questo però la solidarietà e la voglia di contribuire alla fine dell’emergenza molte aziende stanno convertendo le proprie linee produttive per realizzare presidi sanitari utili a tutta la popolazione. Ai tanti marchi automobilistici, come Ferrari, che si sono già attivati in merito, si aggiunge Motorex.

Il marchio

L’azienda svizzera opera ormai da 100 anni a Langenthai nella produzione di lubrificanti, arrivando ad essere leader nelle competizioni motociclistiche e all’accordo con molti marchi motociclistici, tra cui KTM, Husqvarna, Gas Gas e Moto Morini.

 

L’iniziativa

Le linee produttive di Motorex sono passate dal produrre lubrificanti e articoli per la pulizia per motociclette a disinfettanti.

La conversione della produzione realizzerà così prodotti che andranno nelle strutture ospedaliere, nelle farmacie e in uso alle Forze dell’Ordine italiane.

“Noi di Motorez siamo felici di supportare coloro che lavoro senza sosta per vincere la più importante gara del 2020.
Stiamo producendo disinfettanti per rifornire ospedali, farmacie e le forze di polizia così potranno stare al sicuro mentre lavoreranno per coloro che restano a casa".