Nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo un gruppo di motociclisti è stato multato per aver infranto le restrizioni sul Covid-19

Bisogna saper distinguere la passione dall’incoscienza, e in questo caso non sembrano esserci molti dubbi sul fatto che, in un periodo come quello che stiamo vivendo, la bravata di questi 6 giovani sia riconducibile alla seconda molto più che alla prima.

Nelle ultime settimane infatti abbiamo più volte parlato del rischio che corriamo noi motociclisti durante l’emergenza Coronavirus, molto più alto di altri utenti della strada, e del senso di responsabilità che ci deve frenare dal prendere la moto, se non per gli spostamenti necessari.

Un messaggio, quello lanciato da OmniMoto.it come da tanti altri colleghi, che però questo gruppo di enduristi marsicani non ha voluto recepire.

Il fatto

Durante la giornata di sabato 21 marzo infatti un gruppo di ragazzi provenienti da vari comuni della Marsica, nell’entroterra abruzzese, ha deciso di sfidare le restrizioni del DPCM dello scorso 11 marzo, e anche il buonsenso, per godersi un’uscita in off-road tra i sentieri della Vallelonga.

Lungo i sentieri che costeggiano il Parco Regionale del Silente-Velino e il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il gruppo di enduristi non è passato certo inosservato, visto che molti dei percorsi costeggiano i borghi marsicani che si affacciano sulle due aree protette.

La multa

Un gruppo di cittadini di Collelongo ha infatti prontamente segnalato la presenza dei motociclisti in uscita, e la Polizia Locale di Collelongo, insieme ai colleghi dei comuni di Trasacco, Luco dei Marsi e Avezzano, è andata sulle tracce dei motociclisti e in poche ore è riuscita ad individuare i responsabili, nonostante alcune delle moto non avessero neanche la targa.

La scellerata decisione di non rispettare le restrizioni per nutrire l’egoistica voglia di libertà è costata ai 6 giovani del posto una multa salata e una denuncia presso la Procura della Repubblica in base all’articolo 650 del codice penale e anche alle disposizioni dei DPCM emanati nei giorni scorsi.