Il pilota spagnolo affronta l’emergenza sanitaria senza rinunciare alla sua specialità, anzi portandola dentro casa

Il Coronavirus ferma tutto e tutti: lo sanno i piloti, costretti non solo a non poter gareggiare, ma anche a non poter girare in pista, per rimanere a casa.

Toni Bou però ha deciso di affrontare le misure restrittive imposte dai governi europei a modo suo, e senza rinunciare a salire in sella.

Il video

Lo sponsor prinicipale del 27 volte campione del mondo di Trial, Repsol, ha pubblicato un video sulla propria pagina Facebook dove mostra la “giornata tipo” di Bou.

Dal risveglio alla colazione, passando per il guardaroba, tutto senza abbandonare la sua Montesa del campionato X-Trial. Senza dimenticare l’allenamento, fatto sfruttando come ostacoli gli arredi della sua villa, per la gioia della sua consorte, immaginiamo.

L’ultimo titolo

L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha purtroppo riguardato anche Bou: la 6a e penultima tappa del Mondiale X-Trial è stata infatti annullata, e ha significato l’assegnazione del titolo mondiale 2020 a Bou, che aveva vinto le prime 5 tappe.

Un peccato non poter festeggiare su un podio e in mezzo ai suoi fan il 27esimo titolo. Al momento non è stata cancellata l’ultima tappa, in programma in Andorra il prossimo 25 aprile. Sperando che l’emergenza rientrerà Bou potrà abbracciare il suo team e i suoi fan.