Kawasaki potrebbe puntare sul ritorno di una sigla storica per far tornare una enduro stradale di media cilindrata nella sua gamma

L’operazione Revival che il mercato motociclistico sta vivendo in questi anni potrebbe trovare una nuova protagonista: Kawasaki infatti, secondo quanto riportato dai colleghi tedeschi di Das Motorrad starebbe preparando il ritorno, in versione evoluta, della KLX 650.

I dettagli

Ora che i supermono non sono più “in voga” tra le enduro stradali, la nuova KLX si dovrebbe dotare del bicilindrico da 650 cc che equipaggia Versys 650 e Z650, capace di 68 CV e 64 Nm.

Per la ciclistica ci sarebbe un telaio più leggero rispetto a quello della Versys 650, forme più snelle e una ruota anteriore da 21” in grado di renderla diretta concorrente di Yamaha Ténéré 700, KTM 790 Adventure e BMW F 850 GS, le enduro medie “senza compromessi” più apprezzate del mercato.

Il nome

Secondo quanto riportato dai colleghi tedeschi il dubbio sul nome porterebbe in lizza due “classiche” della casa di Akashi: KLX o KLR, che nella versione 650 è stata in listino dagli anni ’80 fino all’inizio del 21esimo secolo.

La nomenclatura, secondo le indiscrezioni, dovrebbe riportare la cifra 700, ma non è dato sapere al momento se il bicilindrico da seiemezzo sarà soggetto ad aumento di alesaggio e corsa.

Se, come hanno ipotizzato in Das Motorrad, la moto dovrebbe debuttare nel 2021, questa enduro stradale sarà certamente tra le protagoniste di Eicma 2020.

 

Foto: Das Motorrad