Il pilota olandese, 48 anni, aveva subito un incidente all’11esima tappa. Le condizioni troppo gravi hanno spinto medici e familiari a staccare la spina

La Dakar 2020 piange un altro concorrente: dopo la scomparsa di Paulo Goncalves infatti, Edwin Straver diventa la seconda vittimia di questa edizione.

L’incidente

Nel corso dell’11esima tappa il pilota, in quel momento 38esimo in classifica generale, ha subito un incidente a circa 50 km/h tra il waypoint 2 e 3, riportando la frattura di alcune vertebre cervicali e andando in arresto cardiaco. Solo il pronto intervento dei piloti che lo seguivano e dei medici ha permesso di rianimarlo e trasportarlo nell’ospedale di Riyhad, seppur in condizioni disperate.

La gravità della situazione aveva spinto la famiglia a riportarlo in Olanda un paio di giorni fa, ma dopo 24 ore lo staff medico e i familiari hanno deciso di staccare la spina.

La carriera

Straver era alla sua terza Dakar, e correva nella categoria “Original by Motul”, la vecchia Malles Moto, che si corre senza assistenza di alcun tipo, da campione in carica, avendo trionfato nel 2019.