Il pilota Francesco Guerrini ha creato un ibrido sui generis che non ha nulla da invidiare ai migliori prototipi da derapata

La ricetta è tutt’altro che convenzionale: prendete un’Ape, icona del boom economico e dei veicoli commerciali italiani, e montategli sopra uno deimotori  tricilindrici più apprezzati degli ultimi anni, quello della Triumph Street Triple 675. Il risultato? Semplicemente sorprendente, come dimostra Francesco Guerrini.

Il prototipo

Il pilota italiano ha infatti costruto questo ibrido da drifting per partecipare alla Ice Challenge 2020 organizzata dall’Automobile Club d'Italia.

Naturalmente sono servite alcune modifiche all’Ape per ospitare il 3 cilindri di Hinckley e per rendere il mezzo funzionale: via il cassone, interasse allungato e diamaetro dei cerchi maggiorato per migliorare l’aderenza.

Ritocchi che hanno consentito all’Ape di Guerrini di vedersela contro mostri sacri come Lancia Delta Integrale HF e varie generazioni di Mitsubishi LancerEvo.

Il video

Come si vede dalle immagini pubblicate dallo stesso Guerrini, il risultato è stupefacente, e sulla neve di Livigno questo mezzo originale ha dato filo da torcere agli avversari, attirando l’attenzione anche dei meno esperti.