I fan della nuova carenata bicilindrica di Noale ora possono segnare la data sul calendario: l’esordio della Rs 660 è fissato per il prossimo 9 maggio

È stata la protagonista di Eicma 2019 la Aprilia RS 660, arrivata a Milano in versione definitiva dopo aver calamitato l’attenzione di tutti i fan nell’edizione precedente.

Bene, finalmente sappiamo che per vederla sfrecciare tra i cordoli bisognerà attendere “solo” fino al prossimo 9 maggio, quando al Mugello andranno in scena gli Aprilia All Stars 2020.

La moto

Il cuore pulsante della RS 660 è un inedito bicilindrico parallelo frontemarcia, bialbero, 8 valvole, capace di una potenza massima di 100 CV. Deriva direttamente dalla bancata anteriore del V4 di 1.100 cc, del quale ricalca concetti e misure. Il telaio è un doppio trave in alluminio che sfrutta il motore come elemento portante per massimizzare compattezza e leggerezza.

La forcella USD con steli da 41 mm è firmata da Kayaba mentre sul forcellone asimmetrico in alluminio, infulcrato sul motore, agisce in maniera diretta il monoammortizzatore. Entrambe sono completamente regolabili.

Fotogallery: Aprilia RS 660 ad EICMA 2019

Per centralizzare le masse ed aumentare l’agilità della moto, lo scarico, a singolo terminale con uscita sdoppiata, è collocato sotto il motore.

Notevole l’impianto frenante che vede all’anteriore una coppia di dischi flottanti da 320 mm morsi da pinze ad attacco radiale, azionate da una pompa radiale al manubrio, forniti da Brembo.

Decisamente innovativa su una moto di questa cubatura la doppia carena con funzione di appendice aerodinamica per dare più stabilità alle alte velocità ma anche per offrire un adeguato riparo aerodinamico al pilota e deviando i flussi di aria calda provenienti dal motore.

Il peso a secco della moto risulta contenuto in 169 kg, contribuendo a donare a questa RS 660 qualità da vera sportiva.

Il debutto

Se la Aprilia RS 660 vedrà il debutto sul mercato probabilmente a giugno, ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 10.000 euro, gli Aprilia All Stars 2020 del Mugello dovrebbero essere l’occasione giusta per vederla esordire in pista.

L’evento dedicato ai fan della Casa di Noale, dove solitamente presenziano i piloti MotoGP e le leggende del passato potrebbe vedere il battesimo della carenata media con un cavaliere d’eccezione, e tutti sperano che a condurla nel valzer del circuito toscano ci sia Max Biaggi.