Liger Mobility segue le orme della tecnologia già presentata da Honda e Yamaha, rendendola retroattiva

Liger Mobility è una piccola start-up indiana di cui forse nessuno qui nel Vecchio Continente ha mai sentito parlare.

A dispetto della giovane età però, questa azienda ha deciso di pensare in grande, presentando uno scooter elettrico in grado di stare in piedi, parcheggiare e tornare verso il proprietario in totale autonomia.

La tecnologia

Quando si parla di self-balancing bikes viene subito in mente il concept che Honda presentò nel 2017, dove ad una naked venne applicata una tecnologia giroscopica che la rendeva capace di rimanere in equilibrio sia senza carichi che con il pilota in sella.

Liger Mobility però ha fatto di più: ha creato uno scooter elettrico che non solo sta in piedi anche da fermo, ma è in grado di parcheggiare e soprattutto di muoversi verso la posizione GPS del proprietario solo attraverso comandi vocali.

Scooter salva-vita

L’idea di sviluppare un concept, che presto dovrebbe diventare realtà, per il commuting urbano con queste caratteristiche nasce da un’esigenza nobile e pratica.

Come ha spiegato il co-fondatore di Liger Mobility, Vikas Poddar “Ogni giorno in India muoiono 120 persone in incidenti che coinvolgono moto e scooter”, e la soluzione messa a punto da questa start-up potrebbe aumentare la sicurezza di automobilisti e motociclisti in tutto il mondo, e non solo nelle popolose città del Sud-est Asiatico.