Alcuni documenti mostrano come l’azienda spagnola acquistata da KTM punti ad aprirsi verso il mercato delle stradali

Nuova vita per GasGas, che dopo essere stata acquisita da KTM si prepara a far debuttare una gamma di moto stradali.

La notizia arriva direttamente dal meeting di fine anno del Pierer Mobility Group, che detiene la maggioranza delle quote della Casa di Mattighofen, e che nella stessa occasione si è lasciato sfuggire i grafici riguardanti le future Orange austriache.

Le novità

Che KTM sia maestra nel riportare in acque tranquille le sue aziende satelliti è comprovato dall’esperienza di Husqvarna, e lo stesso probabilmente accadrà con GasGas, che si prepara al grande salto dalle specialistiche alle ben più competitive, in termini di vendite, moto stradali.

Il marchio spagnolo potrebbe beneficiare della piattaforma ora in uso alla KTM 250 Duke, attualmente venduta in Asia, per sfornare una inedita naked da un quarto di litro, e puntare anche più in alto con una naked ed una enduro stradale basate rispettivamente su KTM 890 Duke R e 790 Adventure.

Il consolidamento

Naturalmente GasGas punta all’osso duro dei suoi fan ampliando anche la gamma off-road, con mini-bikes dedicate a trial, enduro e supermoto, affiancate da ben 5 versioni Trial, con un’elettrica e una gamma che va dal 125 cc al 300 GP, 3 motocross e 4 diverse motorizzazioni per l’enduro, dal 250 cc 2 tempi fino al 450 cc