BMW presenta le nuove F 900 XR, ed F 900 R, crossover e roadster spinte dal nuovo bicilindrico parallelo di 895 cc e 105 cv

La nuova BMW F 900 XR si ispira nelle forme all’apprezzato concept 9cento. Linea agile e slanciata, manubrio alto per essere facile anche in città, promette confort fuoriporta grazie al parabrezza regolabile su due posizioni. La F 900 R ha un look tipicamente roadster caratterizzato dal largo manubrio, il serbatoio piuttosto avanzato ed il faro led squadrato.

Grazie ai 105 CV e  92 Nm del nuovo motore ed un peso in ordine di marcia rispettivamente di 219 e 211 kg promettono divertimento nella guida alla portata di molti. Di serie il cruscotto TFT da 6,5” BMW Motorrad Connectivity.

Arriva il bicilindrico di 895 cc 

Il cuore pulsante delle due nuove naked BMW deriva dal bicilindrico parallelo di 853 cc che ha debuttato due anni fa sulla F 850 GS. La maggiorazione di cilindrata è stata ottenuta incrementando l’alesaggio di 2 mm e sono stati introdotti nuovi pistoni forgiati. Bialbero, 8 valvole, è dotato di due contralberi per ridurre le vibrazioni. Questo ha permesso di incrementare le prestazioni e rendere più corposa l’erogazione nonostante il raggiungimento dell’omologazione Euro 5. 

La potenza massima è di 105 cv a 8.750 giri/min (+10 cv rispetto alla versione di 853 cc) mentre la coppia tocca i 92 nm a 6.500 giri. Da segnalare che nel range 4.500 - 8.500 giri il valore di coppia si mantiene superiore agli 87 nm, una schiena importante che immaginiamo lo renderà assolutamente piacevole da utilizzare anche nei rapporti più lunghi, limitando l'uso del cambio. La fasatura a 270° lo rende un V2 virtuale, caratteristica che ne dovrebbe incrementandone la personalità con relativi benefici effetti anche nella timbrica del sound allo scarico. 

Prevista anche la versione per patente A2 con potenza limitata a 48 cv che può essere riportata alla potenza piena di 95 cv e non 105, per motivi di legge. 

La frizione è multidisco in bagno d’olio con sistema di asservimento ed antisaltellamento. Per migliorare ulteriormente la trazione della ruota posteriore in decelerazione, soprattutto su fondi viscidi, è disponibile come opzione il regolatore di coppia in rilascio (MRS). 

Di serie due ride modeRain” e “Road”, ABS e controllo di trazione. In opzione sono disponibili: Riding Modes Pro (aggiungono altre due modalità), ABS Pro (cornering), luci con funzione cornering, dispositivo per chiamata d’emergenza, keyless ridequick-shift bidirezionale. 

Motore con funzione strutturale 

Il telaio scatolato in acciaio ha un disegno a ponte e sfrutta il motore come elemento portante. Il telaietto reggisella, sempre in acciaio, è scomponibile e piuttosto esile per limitare il peso e favorire la centralizzazione delle masse. La forcella USD con steli da 43 mm non è regolabile e permette un’escursione di 170 mm sulla XR, 135 sulla R.

Dietro troviamo un forcellone in alluminio sul quale agisce in moto diretto un monoammortizzatore regolabile del precarico e nell’idraulica in estensione, offrendo alla ruota un’escursione di 172 mm sulla XR e di 142 mm sulla R. Per entrambi i modelli l'interasse risulta più contenuto rispetto alla precedente F 800 R nonostante il cannotto di sterzo abbia una maggiore apertura (29,5°), a testimonianza della maggior compattezza dell'insieme motore-telaio. Sulla XR raggiunge i 1.521 mm, 1.518 sulla R. In opzione la sospensione semiattiva posteriore BMW Dynamic ESA. 

L’impianto frenante si compone di una triade di dischi. La coppia all’anteriore flottante da 320 mm è morsa da pinze a 4 pistoncini ed attacco radiale. Il disco fisso al posteriore da 265 mm è lavorato da pinza flottante ad un pistoncino.

I cerchi da 17" calzano pneumatici 120/70 all'anteriore e 180/55 al posteriore.

Luci a LED e cruscotto TFT da 6,5” 

La dotazione base comprende luci a LED e cruscotto a colori TFT da 6,5” BMW Motorrad Connectivity che offre tra l’altro la possibilità di gestire le telefonate, ascoltare musica o utilizzarlo come navigatore. 

Fotogallery: BMW F 900 XR

Ergonomia e confort 

La progettazione di queste naked è stata oggetto di un attento studio ergonomico per garantire una posizione di guida confortevole e improntata al massimo controllo. Sulla R si è scelto di caricare maggiormente sull'anteriore il peso del pilota rispetto alla precedente F 800 R e per questo, sono stati avanzati manubrio e pedane rispettivamente di 25 e 15 mm. Posizione di guida più turistica per la XR, grazie al posizionamento del manubrio, rialzato 30 mm e avvicinato al busto 85 mm rispetto a quello della F 900 R mentre le pedane sono 45 mm più basse.

L'altezza sella è di 825 mm per la crossover, 815 sulla roadster e come da tradizione BMW sono previste selle più alte e più basse e kit abbassamento sospensioni per poter personalizzare adeguatamente la posizione di guida.

Il serbatoio in entrambi i casi ha una forma molto snella per agevolare l’inserimento. È stato realizzato in materiale plastico, garantendo un risparmio di peso che sulla XR raggiunge i 2,8 kg (-60%) rispetto al serbatoio in acciaio. Capienza di 15,5 litri per la XR, 13 per la R.

Fotogallery: BMW F 900 XR